#AroundtheCulture: da Un Posto al Sole a “Un po’ sto a casa”

7

È risaputo che l’emergenza abbia fermato tutte le produzioni. I teatri chiusi, i set smontati a tempo indeterminato. Ancora non è prevista una data di riapertura delle sale e tutte le riprese in corso hanno subito uno stop. Si ferma anche una famosissima serie di Rai Tre che ha interrotto la messa in onda per la prima volta in 23 anni. Adesso però, Un Posto al Sole è pronta a ripartire, in versione spin-off su Rai Play, diventa “Un po’ sto a casa” .

IL PROGETTO

Per settimane i fan affezionati hanno dovuto accontentarsi di repliche e delle dirette del cast su Instagram. Questa nuova idea dei produttori, però, mira a riempire il vuoto causato dal l’interruzione delle riprese. Il nuovo volto della sitcom Made in Italy, Un Posto al Sole è uno spin- off: Un po’ sto a casa”. La nuova messa in onda dal lunedì al venerdì alle 18.00 su RaiPlay é partita l’11 Maggio scorso. Rai Fiction, Fremantle e Centro di Produzione Tv di Napoli della Rai hanno collaborato alla produzione dei 40 episodi.

LA TRAMA

“Terminato il lockdown, ritroviamo i condomini di Palazzo Palladini alle prese con la Fase 2 dell’emergenza sanitaria. – si legge nella nota stampa – Negli episodi della serie ciascuno vivrà brevi storie, condividerà con un amico o con un parente un’idea, un piccolo progetto o una proposta legata alla sua abituale attività.”
Patrizio Rispo, Marina Tagliaferri, Ilenia Lazzarin e tutti gli altri attori del cast si ritrovano per il nuovo progetto spin-off di Un Posto al Sole, dal titolo “Un po’ sto a casa” .

Senza fare troppi spoiler possiamo anticiparvi quanto rivelato ufficialmente dalla produzione:
“Raffaele, il portiere di Palazzo Palladini, non abbandona mai la guardiola e, confidando in un po’ di quiete, si dedica alle parole crociate. Ma viene continuamente disturbato dagli inquilini del palazzo. Giulia, che lo chiama in causa, insieme a Patrizio, per vincere finalmente la sua annosa sfida ai fornelli. Viola è alle prese con brevi lezioni di storia dell’arte da casa: in attesa di poter tornare ad ammirarle di persona, illustra ai suoi amici le bellezze di Napoli ma anche le tante meraviglie italiane, quelle delle zone più colpite dal virus. Non mancheranno, inoltre, le divertenti e surreali dirette del video blogger Vittorio, più noto come Vicky beef. Nonostante ora abbia la possibilità di fare altro, Franco continua con il suo frenetico bricolage armato di trapano e martello, disturba la quiete degli altri inquilini”.

Aggiungi il nostro RSS alle tue pagine
Iscriviti alla pagina Facebook 
Seguici su Instagram
Seguici su Twitter
Iscriviti al nostro canale YouTube

Ti proponiamo, a questo punto, altri articoli che potrebbero interessarti

#AroundtheCulture: Teatro alla Scala a prova di lockdown 

Coronavirus: Fase 2, il 21 Aprile la Campania può uscire dall’epidemia

#AroundTheCulture: le epidemie raccontate dalla letteratura

7 thoughts on “#AroundtheCulture: da Un Posto al Sole a “Un po’ sto a casa”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

Sport, Calcio: come ripartiranno i campionati europei

Mar Mag 12 , 2020
La ripresa dei campionati europei sembra avvicinarsi, ma sono ancora tanti i dubbi sulle modalità stesse per la ripartenza. Mentre la Bundesliga tornerà in campo questo stesso week-end alle 15:30, in Italia invece, pare che per il 18 maggio si darà il via alla ripresa degli allenamenti collettivi. Non solo Italia […]