Rinvenuto negli scavi voluti da Alessandro Farnese nel 1546 nell’area delle Terme di Caracalla, passato di mano in mano fino a Ferdinando IV di Borbone, re di Napoli, il “Toro” ha sempre colpito il pubblico per la sua grandezza e la sua magnificenza. Il gruppo statuario rappresentante il supplizio di Dirce è la più grande statua dell’antichità arrivata fino a noi, oggi è conservata al Museo archeologico di Napoli.