Lazio – Napoli: la top XI post partita

Analisi post partita in pillole, voti, statistiche e curiosità. Da 1 a 11 il riassunto di Lazio – Napoli

1punto più che zero avremmo forse meritato nelle due trasferte con Inter e Lazio, ma comunque non basta se si vuole la Champions. Cazzare la randa, dobbiamo mantenere la rotta

2sconfitte consecutive in trasferta, le prime in stagione che ci portano alla sfida di mercoledì incerti e malconci, ma niente isterismi. Dalle difficoltà nascono le opportunità

3 – assenze pesanti contro una Lazio carica a pallettoni sempre contro di noi. Ciro e Lorenzo sono il Napoli e Osi è l’effetto sorpresa, mancavano tanto. Come dice il detto? Tutti sono importanti, ma qualcuno lo è di più

4 – per la peggiore prestazione del 2020. Atteggiamento sbagliato e poca cattiveria, ci picchiano da 12 giornate ormai… dove sono Aronica e Gargano? Nostalgia nostalgia canaglia

5 – a Petagna. Non fa male nemmeno oggi, ma non fa nemmeno benissimo. Non tira mai ed è spesso insicuro, senza killer instinct. Andrè, chi nun ten coraggio nun se cocca con e femmene belle

6 – a Lozano, ultimo ad arrendersi solo perché finalmente riescono a fargli male. Ci stanno provando da due partite con fallo sistematico ed in ogni modo. Parte la petizione cambio di Lega, qua non ci meritano

7 – ammoniti di una partita a senso unico come risultato, ma a tratti inutilmente scorretta. Qualche giallo meritava di essere rosso ma ci siamo stancati di ribadirlo, ormai va così. Tutto legale da Roma in su

8volante che non vola. La giostra divertente e spettacolare decantata dal buon Auriemma sembra a volte una di quelle coi cavallucci, anche se stasera era versione Casa degli Orrori

9 – minuti servono allo juventino napoletano per sbloccarla per sciattezza di Di Lorenzo e dormita di Maksimovic. Prendere gol a palla schierata è assurdo ed inimmaginabile.
Come il parmigiano sugli spaghetti a vongole

da 10 a 0 in quattro giorni. 470 km da San Siro all’Olimpico che non abbiamo mai percorso realmente. L’ultimo flash che abbiamo è il palo di Petagna al 91’ con Handanovic battuto. Ecco, siamo rimasti lì

11 – giorni e sarà il 2021. Tra variante inglese, olandese, a crema o cioccolato, inizia il Countdown che spazza via il 2020 sperando di risvegliarci dall’incubo. Non può piovere per sempre

 

Potrebbe interessarti

LIVE Lazio-Napoli 2 -0 Serie A 2020/21: seconda sconfitta di fila per gli azzurri

Preview Lazio-Napoli: vincere per dimenticare San Siro

Next Post

Com'è nata la Tombola napoletana?

Lun Dic 21 , 2020
Com'è nata la tombola napoletana? Da un litigio del Re Carlo di Borbone alla Smorfia celebre in tutto il mondo: un viaggio nella tradizione.
la tombola napoletana