Il decennale UNESCO della Dieta Mediterranea

All’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli si festeggia il decennale del riconoscimento da parte dell’UNESCO della Dieta Mediterranea.

16 novembre 2010-16 novembre 2020. Dieci anni di “Dieta Mediterranea” riconosciuta dal Patrimonio Mondiale Immateriale UNESCO. Un grande riconoscimento per la cucina mediterranea, che soprattutto in Italia vede la più grande realizzazione. Proprio per questo, l’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli festeggerà lunedì alle 18, rigorosamente online, il decimo compleanno della Dieta Mediterranea.

In concomitanza dei festeggiamenti, ci sarà la quinta edizione della “Fico Mediterranean Lecture”, uno degli eventi peraltro del programma della Commisione Italiana Unesco. L’incontro annuale si rinnova nell’ambito del MedEatResearch dell’Ateneo meridionale insieme alla Fondazione FICO di Bologna. 

I segreti della Dieta Mediterranea

Il decennale del riconoscimento da parte dell’UNESCO coincide con il tema “Agriculture and Future” che verrà trattato nella lezione che sarà introdotta da Lucio d’Alessandro, Rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa. Parteciperanno, tra gli altri, anche Marino Niola, condirettore del MedEatResearch, Pier Luigi Petrillo, titolare della prestigiosa cattedra “UNESCO Chair On Intangible Cultural Heritage And Comparative Law” presso l’Università degli Studi di Roma Unitelma Sapienza, Rosanna Romano, direttore generale Cultura e Turismo della Regione Campania, Tommaso Pellegrino, direttore del Parco Nazionale del Cilento, Alburni e Vallo di Diano e dal Sindaco di Pollica, Stefano Pisani. Al termine della lezione ci sarà un dibattito guidato da Elisabetta Moro insieme con Andrea Segrè, presidente della Fondazione Fico.

La “Fico Mediterranean Lecture” 2020 sarà anche l’occasione per la presentazione del volume (in edizione italiano/inglese) di Elisabetta Moro e Marino Niola “I segreti della Dieta Mediterranea. Magiare bene e stare bene” (Il Mulino Editore) che raccoglie le prime quattro Fico Lectures. Testimonianze e ricette di grandi chef che peraltro certifica il rapporto tra Napoli e Bologna, tra l’Unisob e la Fabbrica Italiana Contadina – Eataly World.

Potrebbe interessarti:

#vivinapoli: Lucariello al Suor Orsola Benincasa!

Toni Servillo premiato all’Unisob

Next Post

Volley World: un mondo di giovani e pallavolo

Sab Nov 14 , 2020
Una società giovane che si è già imposta come tra le più importanti nel panorama pallavolistico campano.