News, Coronavirus: tampone e isolamento per chi arriva in Campania

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, intervenuto in Consiglio regionale riunito in via telematica ha affermato che: “Il 4 maggio avremo un passaggio estremamente delicato. Da parte delle Ferrovie dello Stato ci arriva la notizia che sono tutti occupati i treni ad alta percorrenza che arrivano dal Nord al Sud. Noi manterremo le nostre disposizioni, quelle attualmente in vigore, che saranno rinnovate”. Con tampone e isolamento per chi dovesse arrivare in Campania dopo il 4 maggio.

«Ho parlato ieri con il ministro dell’Interno e ho sottoposto alcuni problemi estremamente delicati. Le ho chiesto di fare come si è fatto 20 giorni fa in occasione della Pasqua, di fare i controlli nelle stazioni di partenza. Per quello che ci riguarda, riteniamo indispensabile che chi arriva da realtà extra regionali, non ho indicato quali regioni, segnali il proprio arrivo al Comune, alla Asl, e vada in isolamento volontario per 2 settimane. Noi, compatibilmente con il programma di screening già in corso, cercheremo di fare uno sforzo per fare i tamponi alle persone che vengono da fuori regione e che vengono individuate e segnalate. Cercheremo cioè di ridurre i 15 giorni di isolamento domiciliare, ma è evidente che dobbiamo avere il massimo della prudenza perché si prevede un arrivo massiccio da territori extra regione Campania».

“Evitare assembramenti”

«Il dovere di evitare gli assembramenti lo hanno gli esercizi commerciali, perché non possiamo mettere le sentinelle davanti a ogni esercizio commerciale, soprattutto quelli impegnati nel cibo d’asporto» ha proseguito De Luca. «Se non vi è senso di responsabilità e di autocontrollo  diventa complicato evitare un riaccendersi dell’epidemia. Il trasporto del cibo a casa è consentito dalle 19 alle 22, credo che l’orario sia adeguato. Ci sono due ore e quelle sono, quello che si ha il dovere di fare è evitare gli assembramenti. Possiamo fare di tutto, ma sapendo che a ogni decisione corrisponde una conseguenza che può avere anche esiti drammatici”.

 “Dobbiamo continuare a fare uno screening estremamente attento”

È anche un fatto di civiltà, questa strage di persone anziane ha colpito la sensibilità di tutti noi ed è intollerabile in un paese civile». Per quanto riguarda il personale medico, De Luca ha spiegato che «abbiamo fatto i tamponi a tutto il personale e possiamo dire che oggi garantiamo la sicurezza delle nostre strutture ospedaliere, il che ci consente di riavviare le normali attività in tranquillità». Infine «abbiamo quasi completato lo screening sui familiari degli asintomatici o con sintomi lievi che erano in cura domiciliare. In questo caso il controllo dev’essere rigorosissimo e deve riguardare anche l’ultimo dei pazienti in isolamento domiciliare o in cura domiciliare”. Per una regione che cerca di uscire quanto prima da questa emergenza il tampone e isolamento è solo un lavoro da fare nella maniera più assoluta.

 

Aggiungi il nostro RSS alle tue pagine
Iscriviti alla pagina Facebook 
Seguici su Instagram
Iscriviti al nostro canale YouTube
Seguici su Twitter

2 thoughts on “News, Coronavirus: tampone e isolamento per chi arriva in Campania

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

Arte&Cultura: "Anima Libera"

Gio Apr 30 , 2020
Vietato trascurare: l’ambiente e la cultura. L’emergenza potrebbe aver aperto finalmente i nostri occhi su questo punto. Ma se così non fosse è bene ricordarlo sempre. Cosicché ognuno di noi eviti di ripetere gli errori che abbiamo commesso negli anni, senza pietà maltrattando il pianeta che con quanto amore ci […]