News, Coronavirus: Federico II contro il Covid-19

1

Il Presidio Tecnico/Scientifico Emergenza Sanitaria Covid-19  dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, ha risposto all’invito governativo ‘Innova per l’Italia’, per la riconversione delle imprese per il contrasto alla epidemia Covid-19. La Federico II contro il Covid-19.

I PROGETTI

Il Presidio ha dato inizio ai seguenti progetti:

  • Realizzazione di un prototipo di un innovativo ventilatore polmonare;
  • progettazione di kit per test genetici pronti;
  • valutazione di test su mascherine chirurgiche;
  • progettazione di un sistema di droni per attività di monitoraggio.

LA RISPOSTA DELLE AZIENDE

Il Presidio collabora con CeSMA – Centro Servizi Metrologici e Tecnologici Avanzati. Quest’ultimo è stato contattato da oltre 150 aziende, che hanno dimostrato un interesse a convertire la loro produzione.

GLI OBIETTIVI

Il presidio si pone i seguenti obiettivi:

  • Fornire al tessuto aziendale campano e nazionale mirati servizi di consulenza, prova e misurazione, allo stato dell’arte e aderenti a rigorosi protocolli scientifici;
  • proporre lo sviluppo di innovazioni scientifiche e tecnologiche.

LE QUATTRO AREE DI INTERVENTO

Le quattro aree nelle quali nelle quali il Presidio si slaccia sono:

  • DPI: innovazione o riconversione industriale per accrescere la disponibilità di dispositivi di protezione individuale, di cui sono responsabili i docenti Andrea D’Anna e Ivo Iavicoli.
  • RESPIRATORI: sistemi complessi per la respirazione assistita, sezione affidata ai docenti Francesco Amato, Giuliana Fiorillo, Luigi Carrino e Giuseppe Servillo.
  •    DIAGNOSTICA: strumenti innovativi per la diagnosi facilitata e veloce del Covid-19 che vede responsabili i docenti Giuseppe Castaldo e Paolo Netti.
  • MONITORAGGIO: tecnologie e strumenti per il monitoraggio, la prevenzione e il controllo della diffusione del Covid-19, affidato ai docenti Leopoldo Angrisani e Domenico Accardo.

UNIVERSITÀ FEDERICO II

La Federico II contro il Covid-19   mette a disposizione:

  • 16 dipartimenti più di 160 tra ricercatori, docenti della Federico II;
  • 3 centri interdipartimentali.

Pier Luca Maffettone, Coordinatore Presidio Tecnico/Scientifico Emergenza Sanitaria Covid-19, ha detto:

“I nostri laboratori sono aperti per tutto ciò che riguarda il supporto alle aziende da più di 2 settimane, nel pieno rispetto delle norme di sicurezza e le attività sono coordinate dal centro metrologico di ateneo Cesma di San Giovanni. L’intera Federico II si è mobilitata a supporto delle aziende in questo momento di grave crisi”. 

Inoltre il CESMA negli anni ha sviluppato delle competenze multidisciplinari, grazie anche ai numerosi contatti con grandi Player nazionali e internazionali di tipo industriale e ha risposto con grande entusiasmo all’invito dell’Ateneo mettendo a disposizione le proprie competenze .

Leopoldo Angrisani , direttore del CESMA, ha affermato che il Centro è disposto di competenze:

“Non solo tecniche e scientifiche, ma anche, e soprattutto, quelle amministrative-gestionali creando un rapido contatto con le imprese e sviluppando procedure più snelle per facilitare la formalizzazione del rapporto con le stesse”

Aggiungi il nostro RSS alle tue pagine
Iscriviti alla pagina Facebook 
Seguici su Instagram
Iscriviti al nostro canale YouTube
Seguici su Twitter

One thought on “News, Coronavirus: Federico II contro il Covid-19

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

#AroundtheCulture: Campania on Show

Mar Apr 28 , 2020
Oggi vogliamo proporre un’iniziativa a dir poco geniale e tutta “di origine Campana”. Il nostro appuntamento con #AroundtheCulture torna, come ogni martedì con Campania on Show, a cura di Scabec. La società in house della Regione si occupa, da oltre 10 anni, della valorizzazione del patrimonio culturale locale. Perciò, in […]