25.4 C
Napoli
martedì, Agosto 16, 2022

Specchi di carta: I pesci non chiudono gli occhi di Erri De Luca

Uno dei capolavori di De Luca meritava un posto in prima fila nella rubrica “Specchi di carta“, e abbiamo scelto “I pesci non chiudono gli occhi“.

TRAMA DEL LIBRO

Ambientato a Napoli, probabilmente ad Ischia, Erri De Luca si racconta ricordando le sue avventure a dieci anni. Quell’anno aveva conosciuto una ragazzina e avevano cominciato a chiacchierare sui gradini di un bar: da qui nascono i primi problemi del giovane scrittore. Tre ragazzi invidiosi cominciarono a tormentarlo, fino a quando Erri decide di vendicarsi ponendo un riccio sotto la sabbia, in modo che li pungesse. E così fu, ma da allora, i tre giovani perseguitano maggiormente Erri, facendolo finire anche in ospedale. A quel punto, ‘’la ragazza’’ impone ad Erri di non parlarle per tre giorni, per poi il terzo giorno incontrarsi al porto. Con un piano ben organizzato, fa in modo che i tre giovani si scannino tra di loro e, da perdenti, osservano la felicità di Erri mentre bacia la ragazzina. Dopo un’estate felice, i due non si rividero più.

BIOGRAFIA DELL’AUTORE

Erri De Luca nasce a Napoli il giorno 20 maggio 1950. Nel 1968 si trasferisce a Roma dove entra nel movimento politico Lotta Continua, divenendone uno dei dirigenti attivi durante gli anni ’70. In seguito Erri De Luca impare diversi mestieri, come l’operaio qualificato, l’autotrasportatore o il magazziniere. Pubblica il suo primo libro nel 1989, quando ha quasi quarant’anni: il titolo è “Non ora, non qui” e si tratta di una rievocazione della propria infanzia trascorsa a Napoli. Erri De Luca è anche collaboratore giornalista di diverse importanti testate giornalistiche tra cui “La Repubblica” e  “Il Corriere della Sera”.

Erri De Luca è un poeta: in poche pagine racchiude un mondo tutto suo.

ARGOMENTI TRATTATI

Erri De Luca fa capire in poco più di cento pagine come una persona molto grande, molto più matura rispetto alla media, possa racchiudersi in un corpo molto più piccolo. Questo spesso è motivo di disegno tra bambini e adolescenti, portandoli anche a ”spezzarsi’‘. Ma all’improvviso il corpo cambia e inizia questa sua trasformazione forzata: le prime prese di posizione, le prime ferite e quel sentimento che sconvolge lo spirito, l’amore. 

 

Potrebbe interessarti: Il Commissario Ricciardi

Articoli Correlati

I NOSTRI SOCIAL

2,226FansLike
2,660FollowersFollow
50FollowersFollow
34SubscribersSubscribe

Articoli Recenti