Jannis Kounellis è stato un artista greco, naturalizzato italiano che si è dedicato per tutta la sua vita a esplorare il concetto dell’arte povera e la dimensione dell’opera d’arte e del rapporto che con essa ha il pubblico mettendo spesso in discussione questo  legame. 
L’uso del fuoco, del carbone e della fuliggine sono stati per lui un modo per rappresentare l’evoluzione e la cognizione che ha avuto l’arte povera presso il pubblico. Della sua vasta produzione a Napoli sono conservate diverse installazioni e opere come l’installazione site specific Senza titolo al MADRE con un forte richiamo alla tradizione marinara della città e di come questa sia stata rappresentata all’interno dell’industria dell’arte nel tempo.