5.5 C
Napoli
mercoledì, Gennaio 26, 2022

Corriere di Napoli

Impresa Gevi, senza tre americani, lotta e batte Tortona

La Gevi compie l’impresa. Alla vigilia del match era già nota l’assenza di Jeremy Pargo, ancora alle prese con i cavilli burocratici per il visto d’ingresso, ma a questa si è aggiunto il forfait di Parks vittima di un attacco febbrile ed ancor peggio, quella di Elegar a causa di un infortunio al ginocchio occorso durante il riscaldamento (se ne saprà qualcosa di più dagli esami dei prossimi giorni). Ciò nonostante, Napoli gioca una gara costruita in difesa e perfezionata in attacco, con l’ossatura degli italiani a dare una grossa mano nelle due fasi di gioco. La Gevi non paga dazio nemmeno quando Tortona rientra in partita, nel corso del secondo quarto. Gli uomini di coach Sacripanti si ricompattano e vincono il match al termine di un finale al cardiopalma che comunque fa andare in visibilio il pubblico del Palabarbuto .

La cronaca della partita.

Con il pesante fardello dell’assenza di tre americani, Sacripanti è costretto a schierare il quintetto formato da Velicka, Rich, Marini, Lombardi e Zerini. Coach Ramondino opta per lo starting five composto da Wright, Mascolo, Filloy, Daum e Cain.

Il primo tempo

Parte bene Napoli, con Lombardi e Marini sugli scudi e Tortona tenuta ferma a 3 punti nei primi 5 minuti di gioco. Jason Rich realizza i due punti che fanno segnare il parziale di 13-3 per i padroni di casa. Ramondino chiama timeout, ma la musica non cambia. Lombardi e Velicka incrementano il gap fino il massimo vantaggio sul 17-3 dopo sette minuti di gioco. Una straordinaria difesa della Gevi Napoli consente ai partenopei di andare al primo riposo sul punteggio di 23-12.

Inizio secondo quarto con Tortona che infila subito un parziale 0-7 e si rifà sotto fino al 23-19, con Filloy e Daum ad infilare la retina. La fluidità d’attacco della Gevi Napoli vista nel primo quarto, non è la stessa nella seconda frazione, così come l’attenzione difensiva. Tortona prima aggancia e poi supera Napoli grazie alla tripla di Mascolo. Gli azzurri riescono però a interrompere il parziale degli ospiti con Lombardi e Velicka, riagganciandoli sul 32-32. Zerini ed il play lituano spingono Napoli avanti sul 37-32, chiudendo un parziale 10-0. Il primo tempo termina sul 39-36 grazie al canestro in contropiede realizzato a fil di sirena da McDuffie.

Il secondo tempo

Al rientro sul parquet, le squadre viaggiano a lungo sul filo dell’equilibrio. Lo interrompe Zerini che con due canestri consecutivi porta Napoli avanti sul 47-43. Tortona è particolarmente imprecisa dal campo, il Napoli Basket, con un Velicka salito decisamente in cattedra, è invece molto preciso dalla lunetta e passo dopo passo si spinge fino al +11, anche grazie alla tripla realizzata da Rich (56-45). All’ultimo break le squadre ci arrivano sul punteggio di 60-50 in favore degli azzurri padroni di casa.

Nella decisiva quarta frazione, Sacripanti manda sul parquet l’ossatura della Gevi protagonista della promozione in serie A, con Uglietti, Marini, Zerini e Lombardi. Loro ripagano la fiducia del coach con tre minuti di straordinaria intensità difensiva. A metà quarto il punteggio vede ancora i partenopei in vantaggio sul 67-55. Poco dopo Rich fa segnare il nuovo massimo vantaggio sul 69-55. Velicka e compagni provano a controllare il ritmo cominciando a giocare col cronometro, ma Tortona ne approfitta e si rifà sotto realizzando un mini-parziale 0-7 che vale il 69-63. Rich realizza il nuovo +5 quando il tabellone segna 42” da giocare, ma al rientro dal timeout Filloy realizza una tripla con libero aggiuntivo che riporta gli ospiti sul -1 (76-75). Cannon si fa fischiare antisportivo che Napoli non capitalizza al massimo. I liberi di Velicka vanno dentro, quelli di Tavernelli solo a metà. Anche Zerini è preciso dalla lunetta, ma Filloy in versione cecchino infallibile, realizza ancora una volta dalla distanza (7 su 9 da tre per lui). Il più freddo, a 3 secondi dal termine, è Jason Rich, i cui tiri liberi decisivi fanno sì che la Gevi Napoli possa riuscire nell’impresa di battere Tortona col punteggio di 82-79.

Il prossimo impegno per la Gevi Napoli è fissato per sabato 13 novembre, quando i partenopei dovranno affrontare, in trasferta, la Carpegna Prosciutti Pesaro in un incontro che vedrà i partenopei schierare per la prima volta Jeremy Pargo in maglia azzurra e con la voglia di sfatare il tabù trasferta e conquistare i primi due punti lontano dal Palabarbuto.

Il tabellino della gara:

GeVi Napoli – Bertram Tortona 82-79 (23-12; 39-36; 60-50)

GeVi Napoli:
Zerini 8, McDuffie 12, Matera ne, Coralic ne, Velicka 26, Marini 10, Cannavina ne, Elegar ne, Uglietti, Lombardi 11, Rich 15, Grassi ne.
Coach: Pino Sacripanti

Bertram Yachts Tortona:
Mortellaro ne, Wright 5, Rota ne, Cannon 5, Tavernelli 9, Filloy 22, Mascolo 7, Severini ne, Daum 17, Cain 10, Macura 2.
Coach: Marco Ramondino

Arbitri: Vicino di Argelato (BO), Baldini di Firenze e Brindisi di Torino.

Spettatori: 1800 circa

Prossimo match: Carpegna Pesaro – Gevi Napoli, Vitifrigo Arena Pesaro – Sabato 13 Novembre, ore 20.30

Potrebbe interessarti:
Gevi prima bella poi sprecona. Trieste la beffa al fotofinish

Related Articles

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
3,136FollowersFollow
19,100SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles