Una Gevi Napoli incerottata cede il passo a Tortona

Gli azzurri senza Mayo e Lombardi infortunati, escono sconfitti in malo modo al termine di un match senza storia. Marini miglior realizzatore per la Gevi. Domenica il match casalingo con Torino.

C’era già consapevolezza, alla vigilia del match, che si sarebbe trattato di una gara molto difficile, figurarsi giocarla senza due giocatori dello starting five. La gara della Gevi Napoli è stata ad handicap, con Mayo e Lombardi presenti in tuta, in panchina, poiché infortunati. Ed è stato un match che si è incanalato subito in maniera negativa per i partenopei che si sono trovati a rincorrere una Tortona vogliosa di riscattare la sconfitta subita alle Final Eight di Coppa Italia ed a voler consolidare la propria posizione di classifica nel Girone Bianco. Per Napoli non può essere una bocciatura, viste le assenze di peso, piuttosto sarà importante recuperare al più presto gli infortunati, poiché le prossime gare risulteranno decisive per mantenere una posizione di prestigio in funzione playoff. La Gevi riesce comunque a mantenere la vetta solitaria, poiché Torino, prossima avversaria degli azzurri, fallisce l’aggancio, uscendo sconfitta nel match casalingo con Forlì.

La cronaca della partita

Come nella semifinale di coppa Italia, quindi, Sacripanti non può schierare il suo solito quintetto ed alla palla a due ci sono Monaldi, Marini, Parks, Sandri e Zerini. La Bertram risponde con Mascolo, Fabi, Severini, Sanders e Cannon

Pronti-via e Tortona parte subito forte con un parziale 9-0 grazie ad una zona che impedisce alla Gevi di tirare da sotto ed un attacco sterile da parte degli azzurri. Il primo canestro di Napoli è di Marini e arriva dopo ben 5 minuti giocati nel primo quarto. Una prima frazione di gioco davvero brutta e piena di errori da ambo le parti, si chiude sul punteggio di 18-8 in favore dei padroni di casa.

Il secondo quarto vede i partenopei più in palla, con Marini a costruire una piccola rimonta. Napoli si riesce a riportare fino al -3 (24-21). La Bertram chiude a doppia mandata l’ingresso nel pitturato, ne fanno le spese Iannuzzi e Zerini che trovano la via del canestro con enorme difficoltà. Sacripanti tenta la carta della difesa a zona 2-3 che risulta però efficace a metà. Gli azzurri non riescono a recuperare lo svantaggio e chiudono il primo tempo sotto di 7 punti col punteggio di 32-25.

Il secondo tempo

Nella terza frazione di gioco la Gevi ritrova la propria vena realizzativa, ma Tortona non è da meno. I padroni di casa che non avevano realizzato nemmeno una tripla nel primo tempo, ne infilano 5 di seguito e incrementano il loro vantaggio fino al +13 (50-37). Il vantaggio risulterà ancora maggiore all’ultimo break, dove Napoli si troverà sotto di 16 punti (59-43).

L’ultima frazione di gioco è utile a Tortona per poter controllare il gioco ed incrementare ulteriormente il vantaggio, con la Gevi Napoli che non riesce nemmeno a limitare i danni in funzione di un eventuale arrivo a pari punti in classifica. Il match si chiude con il punteggio di 83-62.

La Gevi Napoli tornerà in campo domenica prossima, per affrontare la corazzata Torino in un insolito orario (12.00), con la speranza, per i partenopei, di recuperare Mayo e Lombardi dai rispettivi infortuni.

Il tabellino della gara:

Bertram Tortona – GeVi Napoli 83-62 (18-8, 14-17, 27-18, 24-19)

Bertram TortonaBruno Mascolo 16 (4/6, 1/1), Jalen Cannon 15 (6/9, 0/0), Jamarr Sanders 15 (1/2, 3/5), Riccardo Tavernelli 11 (2/5, 1/3), Agustin Fabi 10 (1/3, 2/5), Luca Severini 9 (3/5, 0/1), Giulio Gazzotti 4 (0/1, 1/2), Lorenzo Ambrosin 2 (1/1, 0/3), Lorenzo D’ercole 1 (0/1, 0/1), Alessandro Morgillo 0 (0/0, 0/0), Samuel Sackey 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 23 / 29 – Rimbalzi: 34 5 + 29 (Jalen Cannon 10) – Assist: 12 (Jamarr Sanders 5)
Coach
: Ramondino

GeVi NapoliPierpaolo Marini 16 (4/7, 2/5), Diego monaldi 12 (3/5, 2/8), Jordan Parks 8 (1/7, 1/3), Andrea Zerini 7 (2/2, 1/1), Antonio Iannuzzi 7 (2/7, 0/0), Daniele Sandri 5 (2/4, 0/0), Lorenzo Uglietti 4 (1/5, 0/1), Amar Klacar 3 (0/0, 1/2), Streten Coralic 0 (0/0, 0/0), Josh Mayo 0 (0/0, 0/0), Flavio Cannavina 0 (0/0, 0/0), Eric Lombardi 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 11 / 15 – Rimbalzi: 28 5 + 23 (Jordan Parks 6) – Assist: 6 (Diego monaldi 3)
Coach: Sacripanti

Arbitri: Boscolo (Chioggia), Pecorella (Trani) e Costa (Livorno)

Potrebbe interessarti:
5 giocatori indimenticabili della storia del basket a Napoli

Next Post

Anita Curci e il romanzo storico: Nina e la Repubblica Napoletana

Lun Mag 3 , 2021
Oggi è protagonista della rubrica Specchi di Carta Anita Curci, con il suo ultimo romanzo "Nina o sia la pazza per amore".