Città della Scienza: opportunità lavorative a Napoli!

Città della Scienza offre opportunità di lavoro! A Napoli, i giovani potranno cimentarsi in nuovi campi grazie al progetto NEET!

Ben tornati nel nostro consueto appuntamento, oggi andremo a spiegare il nuovo programma di Città della Scienza, eccellenza scientifica del suolo Campano. Un programma che prevede la formazione di due percorsi per trovare lavoro.

Il progetto

Il progetto prevede due percorsi di formazione completamente gratuiti, finanziati con le risorse del PON IOG -Programma Operativo Nazionale Iniziativa Occupazione Giovani. I corsi si occuperanno di formare due dei profili professionali più richiesti nel mercato ICT: programmatore Java e Web Developer.
L’offerta formativa specialistica è rivolta ai giovani NEET (Not in Education, Employment or Training), che abbiano aderito al Programma Iniziativa Occupazione Giovani. Sono dunque ammessi giovani tra i 18 e i 29 anni, che al momento non lavorano né sono inseriti in regolare corso di studi.

Una esperienza molto importante e una opportunità ghiotta, messa in campo da città della scienza, che ha ben a cuore il futuro dei propri cittadini. Il progetto é chiamato “Giovani Programmatori e Sviluppatori”.

Come fare lezione?

I corsi, da 180 ore ciascuno, forniranno a 24 ragazzi la possibilità di ottenere una certificazione internazionale. Si terranno le lezioni al centro di alta formazione ma per gli allievi esiste la possibilità di poter seguire in maniera del tutto sicura a casa, tramite computer, dove l’esperienza sarà ugualmente performante. 

Per richieste di informazioni è attivo un help desk che risponde allo 0817352455. È possibile seguire un solo percorso di formazione, e c’è tempo fino al 30 settembre.

Potrebbero interessarti:

Scienza, Napoli: Città della Scienza a portata di click
Scienza, Napoli: incendio a Città della Scienza

Next Post

La lava dei Vergini: natura e leggenda

Lun Set 14 , 2020
La lava dei Vergini: la storia di un fenomeno che parte dagli anni '50 ed è tutt'oggi testimoniato dai Cavoni di Napoli... Scopriamone insieme la storia.
la lava dei Vergini