FaceToFace: In giro per il mondo con Travelholicsouls

In giro per il mondo con Travelholicsouls!

Comunicando per mail abbiamo avuto il piacere di parlare con i Travelholicsouls, una coppia di blogger di viaggio che ha gentilmente condiviso le proprie esperienze con noi. Vediamo come hanno risposto alle domande:

-Da dove nasce il vostro nome?

Il nostro è un nome tanto particolare quanto difficilissimo da pronunciare per noi italiani.  Si tratta della fusione di tre parole: travel (viaggio) – holic (suffisso per indicare una dipendenza) – souls (anime).

Letteralmente è traducibile in italiano come “anime dipendenti dal viaggio”. È un nome che abbiamo deciso dopo settimane di prove, arrivato come un fulmine a ciel sereno! Ci ha subito riempito la bocca e il cuore. 

 -Come si può fare conciliare la vita di coppia con quella lavorativa?

Cerchiamo di darci delle limitazioni (anche se non è facilissimo).  Ci diciamo “Okey, questo weekend dalle 9:00 alle 13:00, lavoriamo. Poi stop!” e ci impegniamo con tutte le nostre forze a rispettare le indicazioni. 

Poi una cosa che ci aiuta molto è che comunque questo blog, per quanto vorremmo diventasse il nostro lavoro in futuro, per ora non lo è: lavoriamo entrambi full time (Zi come PR and Communication Manager per un hotel, Simo come Project Manager in un’azienda farmaceutica) e questo fa sì che ci siano delle distinzioni nette tra lavoro e vita privata.  

-Quando e perché è nato questo progetto? In giro per il mondo con Travelholicsouls!

 Travelholicsouls è nato nel 2018 come raccoglitore di tutte le nostre esperienze di viaggio, al fine di ispirare le persone a partire e godersi ogni momento libero che la quotidianità concede. 

Col tempo però l’obiettivo del blog è un po’ cambiato, da essere un posto dove raccontare le nostre esperienze, è virato nel diventare un posto dove imparare ad organizzare il proprio viaggio ideale, da solo,  risparmiando -su alloggi, noleggi, voli ecc- e sfruttando il poco tempo che un lavoro full time concede.

-Nazione vista più volte?

 In Europa è difficile non viaggiare più volte!
Tra tutti i posti che vogliamo vedere, i voli low cost, città preferite ed Erasmus, abbiamo visitato praticamente tutti gli stati Europei almeno una volta…

Dove non ci stufiamo mai di tornare? Probabilmente in Germania. Zi è tifosa del Bayern Monaco e per questo torna a Monaco almeno una volta all’anno, poi ha fatto l’Erasmus a Mainz, vicino Francoforte… siamo inoltre stati a Berlino, Dusseldorf, Amburgo, Norimberga, Colonia… insomma, nominate un posto in Germania e sicuramente ci siamo stati almeno una volta! (: 

 -Luogo più bello?

 Su questo ci sono opinioni molto contrastanti legate anche al fatto che Simo è più tipo da mare e Zi da montagna.  Però è una domanda che ci viene posta spesso quindi abbiamo stilato una mini classifichina giusto per dire qualcosa: al primo posto c’è il Grand Canyon (soprattutto se visto dall’alto) poi in classifica mettiamo l’Islanda e la magia di questa terra tra fuoco e ghiaccio, il Kruger National Park in Sud Africa e i cenote dello Yucatan (in particolare Ik Kill e Suytun).

Lo sappiamo, non è solo uno! Ma è talmente difficile rispondere a questa domanda che anche solo, a selezionarne 4, abbiamo fatto una fatica infinita.

-La delusione più grande? 

Mhhh… diremmo l’Upper Antelope Canyon. Non per il posto, sia chiaro, questo Canyon statunitense infatti è una figata pazzesca, bensì per come è gestito: tour organizzato obbligatorio, troppe persone, visite da fare velocissime, no tempo per ammirare le gole o fare foto… ecco, avete capito.  

-Cosa cercate quando andate in un nuovo posto?

 Forse il mix perfetto tra natura e città? Forse il mix perfetto tra mare e montagna? Forse la profondità della cultura del posto? Forse i posti che hanno un’anima fortissima? O forse, semplicemente, un mix di tutte queste cose. 

 -Quali sono le vostre mete future?

Vista la situazione attuale, non ne abbiamo la minima idea! Per quest’estate sognavamo il Perù o la Cina ma è tutto rimandato all’anno prossimo. Se la situazione si calmerà, a dicembre ci piacerebbe andare in India…Chi lo sa! Vedremo come evolve la situazione ma sicuramente troveremo un angolo di mondo che non abbiamo ancora visitato!

-Qual è stato il popolo più cortese?

Quello sudafricano!  Disponibili, cortesi, sempre con un sorriso gigantesco sulle labbra. Anche se, i californiani si difendono molto bene in questa sfida (: 

 -Eventi più strani in viaggio?

Più che strani, particolari, a cui non siamo abituati ma che comunque ci fanno esclamare “wow”: la fine del Ramadan in Marocco, la fioritura della lavanda in Provenza, la cena dentro ad una riserva naturale in Sud Africa -con i leoni attorno senza protezione-, sposarci a Las Vegas… Insomma, il mondo regala sempre un sacco di emozioni! 

 -Quali sono i vostri progetti futuri? (Libri/tv)

Diciamo che questo blog per noi è il progetto più grande in assoluto. Vorremmo diventasse un punto fisso, una sorta di Bibbia per chiunque volesse viaggiare di più, senza aver troppo tempo o essere miliardario… 

Poi gli altri, beh per scaramanzia -e anche un po’ per mettere la pulce nell’orecchio- non li sveliamo ancora… stay tuned perché ce ne saranno delle belle! 

Hai letto: In giro per il mondo con Travelholicsouls. Visita il loro sito!

https://travelholicsouls.com

 

Aggiungi il nostro RSS alle tue pagine
Iscriviti alla pagina Facebook 
Seguici su Instagram
Iscriviti al nostro canale YouTube
Seguici su Twitter
Iscriviti al gruppo Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

Uroboro: Enrico Berlinguer, 36 anni dopo

Gio Giu 11 , 2020
Uroboro: Enrico Berlinguer, 36 anni dopo. Episodio n.13 (come gli apostoli)… Pessime battute a parte, bentornati ad “Uroboro”, una rubrica nella quale analizzeremo una volta a settimana un evento storico riguardante il passato recente e non. PERCHE’ “UROBORO” Mentre studiavo per l’università, mi sono imbattuto nel mio vecchio libro di […]
Uroboro: Enrico Berlinguer, 36 anni dopo