Coronavirus: la quarantena colpisce ancora Hong Kong

Vi ricordate il periodo che andava da gennaio a febbraio? E come scordarselo, la Cina era nel pieno dell’emergenza per arginare l’epidemia di Coronavirus, ma quello che succedeva ad Hong Kong era particolare. Nonostante la vicinanza geografica con il Paese dal quale è partito il virus, la regione autonoma cinese era uscita quasi indenne dall’epidemia. Grazie al lavoro delle autorità pubbliche e alle norme rispettate dalla popolazione il territorio autonomo contava poche centinaia di contagiati, con “solo” 4 morti. E senza la quarantena Hong Kong ne era inizialmente uscita.

La seconda quarantena

Ad inizio marzo la situazione stava gradualmente cercando di tornare alla normalità. Ma quello che è successo nell’ultima settimana nella regione cinese era ciò che bisognava evitare secondo la comunità scientifica. E con 82 casi soltanto domenica la quarantena colpisce ancora Hong Kong. Tutto ciò che sembrava evitato riappare e quindi: cinema e parchi chiusi, lavoratori a casa, bar e ristoranti  con massimo  quattro persone per tavolo e con i tavoli distanziati. L’aeroporto è stato chiuso agli stranieri e gli abitanti messi in isolamento per 14 giorni.

Possibile scenario europeo

Come ha spiegato l’Atlantic, quello che sta succedendo a Hong Kong è una specie di anticipazione su quello che le previsioni di molti scienziati ed epidemiologi considerano l’esito più probabile della pandemia di COVID-19: questo periodo di quarantena non sarà l’ultimo nemmeno per noi. Gabriel Leung, rettore dell’Università di Medicina di Hong Kong esperto di epidemie, ha spiegato all’Atlantic che “La strategia dei periodici allentamenti e reintroduzioni delle misure restrittive è la più discussa tra gli esperti e i governi mondiali. C’è bisogno di queste misure a vari gradi di intensità finché si verifica una di due cose: l’immunità di gregge o una disponibilità sufficientemente estesa di un vaccino somministrato almeno a metà della popolazione, per raggiungere lo stesso risultato. Sono gli unici due esiti possibili“. Osservare quello che succederà in Cina e in particolare nella provincia dello Hubei sarà istruttivo per l’Occidente. E nel nostro caso per l’Italia.

Aggiungi il nostro RSS alle tue pagine
Iscriviti alla pagina Facebook 
Seguici su Instagram
Iscriviti al nostro canale YouTube
Seguici su Twitter

One thought on “Coronavirus: la quarantena colpisce ancora Hong Kong

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

Musica: "I migliori pensieri" per abbattere il Covid

Mar Mar 31 , 2020
“I migliori pensieri” per abbattere il Covid. Lo scorso 25 marzo sulla piattaforma Soundcloud è uscito “I migliori pensieri”, brano introduttivo dell’omonimo progetto. Il singolo prodotto da Dj Gruff in collaborazione con Clementino e Gianluca Petrella è stato il debutto di questo progetto discografico che ha come scopo di sostenere […]
i migliori pensieri