News: Trasporti, nuovi provvedimenti

Le misure per combattere l’emergenza si fanno sempre più stringenti. Le scuole restano chiuse fino al 3 Maggio e gli interventi della polizia diventano più incalzanti. Si parla di multe e sanzioni penali per chiunque venga fermato in strada senza autocertificazione valida. Ma i nuovi provvedimenti riguardano anche, e soprattutto i trasporti. La ministra dei Trasporti, Paola De Micheli, ha emanato un ulteriore decreto di limitazione.

NUOVE NORME RESTRITTIVE

I nuovi provvedimenti di limitazione dei trasporti si estendono a tutto il territorio nazionale.

Come riportato sul sito di Ferrovie dello Stato la normativa riguarda treni, aerei e navi. Fino al 25 Marzo si dispone un ridimensionamento della circolazione ad alta velocità.

Una coppia di Frecciabianca (Roma-Reggio Calabria), due coppie di Frecciargento (Roma-Lecce e Roma-Bolzano). Ancora quattro coppie di Frecciarossa (una Milano-Venezia e tre da Napoli per Venezia, Milano e Torino) sono gli unici che resteranno in attività.

I CANCELLATI

I nuovi provvedimenti di limitazione dei trasporti hanno invece bloccato diversi collegamenti tra le regioni del nord Italia. Ferma la tratta della Dorsale Adriatica (Milano – Lecce, Venezia – Lecce e viceversa), quella Roma – Genova – Roma. Le restrizioni interessano anche i treni Intercity mentre la gestione ferroviaria regionale rimane a discrezione delle singole Regioni.

MEZZI PUBBLICI LOCALI E MARITTIMI

Una delle regioni più colpite dalle restrizioni è stata la Sicilia, isolata soprattutto dal punto di vista marittimo. É consentito l’imbarco solo ai viaggiatori a piedi, in auto o in moto, mentre sono esclusi i pullman. Tuttavia si tratta di collegamenti brevi (Messina, Reggio Calabria) per un programma di sole 4 corse giornaliere. Gli spostamenti vengono autorizzati soltanto alle Forze dell’Ordine e alle Forze Armate, agli operatori sanitari, ai lavoratori pendolari o per gravi motivi di salute e situazioni di necessità. 

In Sardegna, invece, è necessario conseguire un’autorizzazione del Presidente della Regione per poter salire a bordo di una nave. Il trasporto merci, invece, viene regolarmente garantito.

I mezzi pubblici nelle città circolano in determinate fasce orarie per evitare gli assembramenti. La Lombardia e le altre regioni del Nord, però, stanno mettendo a punto un nuovo piano di contenimento. La decisione è scaturita dalle parole del vicepresidente della croce rossa cinese, Sun Shuopeng.

“Abbiamo fatto un sopralluogo a Milano, ci sono troppe persone in giro e nessuno indossa la mascherina. È il momento di bloccare il trasporto pubblico e le attività produttive”.“

AEREI

Per quanto riguarda la questione voli, invece, una delle prime compagnie ad aver deliberato per la sospensione totale del servizio è Ryanair (stop dal 24 Marzo). 

Il traffico è consentito solo a veivoli privati autorizzati dai presidenti delle varie Regioni per motivi lavorativi, per motivi di salute o di rientro al proprio domicilio.

È bene ricordare, comunque che, le misure adottate dal Governo riguardano solo ed ESCLUSIVAMENTE casi di emergenza. L’imperativo generale che coinvolge i cittadini è quello di restare in casa fino all’arrivo di nuove disposizioni. 

Iscriviti alla pagina Facebook 
Seguici su Instagram
Seguici su Twitter
Iscriviti al nostro canale YouTube

Consulta altri articoli che potrebbero interessarti:

Coronavirus: negozi chiusi e tasse congelate?

Coronavirus: Conte ferma l’Italia fino al 3 aprile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

News: è morto Gianni Mura, penna di Repubblica

Sab Mar 21 , 2020
Lutto nel mondo del giornalismo: è morto Gianni Mura, storica penna di Repubblica. È scomparso per a Senigallia per un attacco cardiaco.
È morto Gianni Mura