FaceToFace, Massimiliano Alvino: “Ottici aperti ma lo Stato ci aiuti”

Ottici aperti ma lo Stato ci aiuti. Sono queste le parole di Massimiliano Alvino, imprenditore e giornalista che dice la sua a proposito del Coronavirus.

Ottici aperti ma lo Stato ci aiuti. Il Coronavirus incombe e dopo le dichiarazioni di Giuseppe Conte nel disporre la chiusura dei negozi, la situazione economica potrebbe precipitare. La possibilità di congelare tasse e mutui è consistente ma intanto le attività commerciali devono fronteggiare l’apertura con tutte le difficoltà.




Tra le attività aperte, oltre a quelle alimentari e farmaceutiche, ci sono quelli di prima necessità. Oltre ai vari negozi di idraulici ed elettronica, ecco anche gli ottici. Per l’occorrenza, l’imprenditore ed ottico Massimiliano Alvino ha spiegato la figura dei negozi in questo periodo e l’aiuto che si aspetta dallo Stato. “Dopo la decisione del Governo, gli ottici possono restare aperti essendo di prima necessità. Essendo una categoria sanitaria abbiamo l’obbligo di tutela degli addetti e degli utenti.”

Alvino, già giornalista e ospite durante RadioSca Sport Show , ha dichiarato che è garantita la distanza di sicurezza di un metro. Come imprenditore ovviamente si dice preoccupato, come sua moglie Francesca, entrambi titolari del negozio dell’Ottica Riccardi al Corso Umberto 111 di Napoli.
Ottici aperti ma servono aiuti dallo Stato: “Servono aiuti seri dal Governo e l’Unione Europea.
I fatturati sono crollati e siamo nel caos più totale: serve una mano dallo Stato.”

Una situazione che rischia di sfuggire di mano: ci salverà lo Stato?

Iscriviti alla pagina Facebook 
Seguici su Instagram
Iscriviti al nostro canale YouTube
Seguici su Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

#vivinapoli: Flashmob dai balconi

Sab Mar 14 , 2020
Dilagano i metodi alternativi per restare vicini anche a distanza. Attraverso il web, i social soprattutto, ci consentono di mantenere vivi i contatti. Ma questo spesso non basta a preservare il calore umano. Tutti abbiamo bisogno di esprimere la nostra solidarietà. Combattiamo un male comune, il Coronavirus, e questo ci […]