Coronavirus, Lombardia e Serie A chiuse

Coronavirus, Lombardia e Serie A chiuse. Ieri notte, dopo la conferenza stampa, il presidente del consiglio Giuseppe Conte ha firmato il decreto.

Coronavirus, Lombardia e Serie A chiuse. Ieri notte, dopo la conferenza stampa, il presidente del consiglio Giuseppe Conte ha firmato un nuovo decreto per contenere il covid-19. Purtroppo, però, poche ore prima dell’annuncio ufficiale del decreto, era già trapelata sui social qualche informazione riguardo ad essa. Tutto ciò ha scatenato il panico ed i treni delle tante regioni coinvolte sono stati assaliti. È necessario precisare che le zone in cui verrà applicato questo decreto sono Lombardia e province di Piemonte ed Emilia Romagna. Ci saranno, però, limitazioni anche nel resto del paese. Salvo diverse disposizioni, il decreto sarà valido dall’8 marzo al 3 aprile. Conte si è anche espresso negativamente sulla pubblicazione della bozza del decreto poi reso ufficiale qualche ora dopo.

TUTTO FERMO… O QUASI?

Coronavirus, Lombardia e Serie A chiuse, ma non solo. Si potrà entrare e uscire solo per situazioni lavorative o di emergenza. Inoltre sottolinea il premier la possibilità di rientrare, per chi ne ha necessità, nella propria residenza. Ha precisato: «Non c’è divieto assoluto (di movimento) ma necessità di motivarlo, quindi una ridotta mobilità. Non si ferma tutto, ma entrare nella logica che ci sono delle regole da rispettare». Inoltre, nelle province nominate nel decreto, scuole ed università resteranno chiuse. Bar e ristoranti, invece, potranno restare aperti dalle 6 alle 18, sempre rispettando il metro di distanza tra una persona e l’altra. Chiuse anche piscine, palestre, discoteche e pub. Sospese anche cerimonie religiose di ogni tipo.

SOSPENSIONE DEL CAMPIONATO VICINA?

In questi giorni era stata annunciata il regolare svolgimento di tutte le attività sportive professionistiche ma rigorosamente a porte chiuse. Le posizioni degli addetti ai lavori sono sempre più divergenti riguardo questa questione. Ha voluto far sapere il suo dissenso anche Damiano Tommasi, portavoce dei calciatori di Serie A e non solo, che ha scritto sui social “Fermiamo il campionato”. Intanto, Parma-Spal, prima delle sei partite da recuperare della 26esima giornata del campionato di Serie a, inizierà alle 13 e 45, invece delle 12 e 30.Cosa altro dobbiamo aspettarci?

Iscriviti alla pagina Facebook 
Seguici su Instagram
Iscriviti al nostro canale YouTube

One thought on “Coronavirus, Lombardia e Serie A chiuse

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

Coronavirus: positivo il governatore del Piemonte

Dom Mar 8 , 2020
Positivo anche il governatore del Piemonte. Dopo Nicola Zingaretti, ecco un altro contagiato proveniente dalla politica: si tratta di Alberto Cirio.
Positivo anche il governatore del Piemonte