30.3 C
Napoli
giovedì, Luglio 7, 2022

La Gevi si sveglia tardi, pesante battuta d’arresto con Reggio Emilia

McDuffie (ph. Luca Olivetti)
McDuffie (ph. Luca Olivetti)

Dopo aver visto una buona Gevi Napoli, nonostante la sconfitta subita sabato scorso da Brescia, deciso passo indietro dei partenopei che escono sconfitti dal confronto con la Unahotels Reggio Emilia al termine di una gara che li ha visti rincorre per quasi tutti e quaranta minuti. Fatali ai partenopei le palle perse ed ancora una volta i tiri liberi, oltre ad alcune imprecisioni nelle rotazioni difensive che hanno spesso consentito, agli implacabili tiratori reggiani, di realizzare in libertà.

Si salvano solo Parks, Rich e Zerini fra i partenopei, con un Gudaitis che è più in palla, ma ancora lontano parente del centro da Eurolega che Napoli aspetta di vedere. Per la Gevi ora il cammino si fa ancor più in salita, sebbene la distanza dalle ultime due in classifica resti invariato.

La cronaca della partita.

Buscaglia torna al suo posto in panchina e alla palla a due opta per il quintetto formato da Uglietti, Rich, Parks, McDuffie e Gudaitis. Coach Caja risponde con Cinciarini, Larson, Strautins, Johnson ed Hopkins.

Il primo tempo

Avvio di gara pieno di errori dall’una e dall’altra parte, con Reggio Emilia che riesce a portarsi in vantaggio di 5 punti (5-10) approfittando di due sanguinose palle perse in attacco. La schiacciata di Gudaitis (i primi punti dal campo per il lituano) e l’appoggio in lay-up in contropiede di Parks valgono il meno uno per Napoli (12-13) con Caja che vuol parlarci su chiamando timeout. AL rientro sul parquet i reggiani ritrovano compattezza ed arrivano fino al +6, approfittando delle palle perse dei partenopei e guidati da un ottimo Hopkins. La tripla di Velicka nell’ultima azione della Gevi consente ai partenopei di chiudere la prima frazione in svantaggio di soli 3 punti sul 20-23.

Il secondo quarto continua a vedere Reggio Emilia comandare su Napoli. Le percentuali dalla distanza sono buone per entrambe le squadre, ma quelle degli emiliani sono eccezionali. Ne sono la prova le quattro triple consecutive di Thompson e Crawford che spingono gli ospiti sul +17 (20-37). Con Lombardi che riesce a bucare la retina degli emiliani con due triple ed un buon Gudaitis sotto le plance, la Gevi riesce a dimezzare lo svantaggio a un minuto dall’intervallo lungo (34-41). Il finale di frazione però arride agli uomini di Attilio Caja che vanno negli spogliatoi con un buon margine di vantaggio (34-43).

Il secondo tempo

Al rientro sul parquet, la Gevi riduce subito il gap da Reggio a 6 punti (39-45), ma ancora una volta le palle perse costano al team di Buscaglia un nuovo break degli emiliani che tornano immediatamente sul +15 (41-56). Un mini-parziale che porta la firma di Vitali e Parks riporta Napoli a -8 (48-56), con il pubblico del Palabarbuto che torna a crederci. La distanza si riduce ulteriormente grazie a Rich e Parks, con la Gevi che torna a -5 (51-56). All’ultimo break è ancora Reggio Emilia al comando, con il punteggio di 59-65.

Nell’ultima frazione di gioco Napoli tenta più volte di riavvicinarsi a Reggio Emilia, trovando migliori soluzioni in attacco, ma alcuni episodi come palle perse e tiratori ospiti lasciati in libertà, fanno sì che i reggiani possano tenere a debita distanza i partenopei. A metà dell’ultima frazione la Unahotels è ancora sul +8 (72-80). Rich e Zerini riportano Napoli nuovamente sul -4 (76-80), ma come nelle occasioni precedenti, lo sforzo viene vanificato immediatamente, consentendo il pronto recupero degli uomini di coach Caja (76-85). La Gevi riesce ancora una volta a riportarsi fino al -3 (82-85), con Zerini che ha nelle mani due liberi da tirare a 3” dal termine. Il centro partenopeo li sbaglia, ma Napoli recupera palla e sul tiro da tre tentato da Rich, il pallone si incastra in maniera beffarda nel canestro. Reggio Emilia sbanca così il PalaBarbuto col punteggio di 82-85.

Per il prossimo turno, previsto per sabato 16 Aprile, la Gevi ha in calendario la difficilissima trasferta a Milano, dove dovrà affrontare l’Armani Exchange di coach Messina. Un impegno sulla carta proibitivo, ma dove gli azzurri dovranno comunque tentare l’impresa per continuare a tenere vive le possibilità di permanenza nella massima serie.

Il tabellino della gara:

GeVi Napoli – UnaHotels Reggio Emilia 82-85 (20-23; 34-43; 59-65)

GeVi Napoli:

Zerini 9, McDuffie 13, Gudaitis 7, Vitali 4, Velicka 6, Parks 15, Marini, Uglietti 6, Lombardi 6, Rich 16, Totè ne, Sinagra ne.
Coach: Maurizio Buscaglia

UnaHotels Reggio Emilia:

Thompson 15, Hopkins 19, Baldi Rossi, Strautins 16, Crawford 13, Colombo ne, Soliani ne, Cinciarini 3, Johnson 16, Larson 3
Coach: Attilio Caja

Arbitri: Mazzoni di Grosseto, Di Francesco di Teramo e Capotorto di Palestrina (RM)

Spettatori: 2500 circa

Prossimo match: A|X Armani Exchange Milano – Gevi Napoli, Mediolanum Forum- Assago – Sabato 16 Aprile, ore 17:00

Potrebbe interessarti:
La Gevi non interrompe la striscia di Brescia. Sconfitta al fotofinish

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci qui il tuo nome

I NOSTRI SOCIAL

2,226FansLike
2,660FollowersFollow
51FollowersFollow
34SubscribersSubscribe

Articoli Recenti