23.7 C
Napoli
lunedì, Agosto 15, 2022

I Quartieri nascosti: un film sulle strade di Napoli

Un punto d’ incontro tra fiction e documentario: questo è Quartieri Nascosti, secondo progetto dell’associazione Miniera ai Quartieri Spagnoli. Miniera nasce per occuparsi di temi come la valorizzazione dei luoghi e delle persone nella difficile realtà dei quartieri più disagiati di Napoli.

Quartieri Nascosti nasce dalla collaborazione tra Salvatore Iodice, Fabio De Rienzo e Gennaro Giugliano. Salvatore Iodice è un artigiano falegname ed è il fondatore di Miniera. Fabio de Rienzo appassionato di poesia, fotografia e letteratura ha già lavorato in passato con Iodice a vari progetti artistici a sfondo sociale. Gennaro Giugliano è un membro dell’associazione, e attraverso i suoi video e le sue foto racconta il volto bello della sua gente.

Dai Quartieri Spagnoli nascosti al piccolo schermo

A dare vita a questo progetto ci sono anche ragazzi nati e cresciuti in quei quartieri. Proprio la loro familiarità con tale realtà riesce a dare naturalezza e credibilità alla rappresentazione. Emanuele Palumbo, diciottenne di Montesanto con la passione per il teatro, si è occupato delle riprese.

Emanuele Nocerino, Giovanni Scognamiglio e Maria Francesca Iodice, che frequentano le scuole medie nei Quartieri Spagnoli sono i piccoli attori, i veri protagonisti davanti alla macchina da presa. In un giorno qualunque, una donna interrompe le chiacchiere dei tre ragazzini per chiedere loro se conoscano il significato di una misteriosa targa che ha notato in un vicolo dei Quartieri Spagnoli.

Parte da qui un avvincente viaggio nella storia passata: dai primi decenni del Seicento, al tempo degli Aragonesi, fino alle Quattro Giornate di Napoli che che misero fine alla dominazione tedesca su Napoli durante la Seconda Guerra Mondiale. Attraverso antichi racconti e  indizi sparsi per i vicoli di Napoli, i ragazzi cercano di decifrare la misteriosa targa, e, nel fare questo, scoprono anche qualcosa di molto più prezioso su loro stessi e sulla realtà loro realtà.

La bellezza che insegna a sognare

I ragazzi scoprono di avere un’ alternativa, una via di fuga da quello che potrebbe sembrare un destino segnato da ignoranza, delinquenza, povertà. Scoprono la bellezza che li circonda. Una bellezza nascosta sotto lo strato di polvere lasciato da chi  non fa altro che sfregiare il volto stupendo della nostra terra.

Scoprono che quella bellezza, però, ha la capacità di resistere anche all’avidità, al menefreghismo e all’ignoranza. E che li può salvare, può dare loro un’opportunità per seguire i propri sogni. O per imparare come sognare.

Potrebbe interessarti:

Il silenzio dei Quartieri: lockdown edition

Articoli Correlati

I NOSTRI SOCIAL

2,226FansLike
2,660FollowersFollow
50FollowersFollow
34SubscribersSubscribe

Articoli Recenti