L’influencer del Calisthenics: Simone Etere da Instagram a Oversthenics

Simone Etere: il fenomeno del Calisthenics sul web. L’atleta classe 1997 raccontato tramite le attività e le collaborazioni da influencer.

Il termine callistenìa indica una serie di discipline sportive regolarizzate, affini al fitness e alla ginnastica. La callistenia può essere intesa come sport o come disciplina di fitness. Tale sport prevede il raggiungimento di abilità atletiche a corpo libero con il supporto di strutture come sbarre, parallele e anelli della ginnastica ed eventualmente di pesi (chiamati perlopiù zavorre), usati come sovraccarico al proprio peso corporeo.

Recita così la pagina di Wikipedia nell’indicare la disciplina del Calisthenics: uno sport che vede il raggiungimento delle abilità atletiche a corpo libero essere il punto cruciale di questo sport. Tra i protagonisti c’è Simone Etere, un atleta/influencer di 23 anni, nato a Sansepolcro Toscana ma di origini meridionali. Tra collaborazioni, promozioni e record, Αιθήρ si è raccontato ai nostri microfoni per scoprire di più sulla sua personalità.

“Oversthenics”: la scuola di Calisthenics

Ama praticare sport: all’età di soli 10 anni si appassiona al parkour e negli anni a seguire, scopre il Calisthenics, disciplina alla quale dedica tutto quanto se stesso. Da qui inizia la sua carriera professionale, che lo porta a migliorare di giorno in giorno, trasmettendo la sua passione agli allievi e ai fans. Ad oggi, oltre che a essere un istruttore certificato FIF Coni, è chiamato a esibirsi in show nazionali.

Nonostante la situazione del Covid-19, Simone Etere ha continuato a lavorare molto su Instagram stabilendo partnership con brand e resort. Recita così la descrizione sul suo sito dov’è presente anche una sezione del team di allievi oltre. Quest’ultimi possono provare varie schede e programmi di allenamento come le varie skill di Calisthenics, dal livello base o semplicemente per tenersi in forma per il workout. “Oltre il Calisthenics”: è questa la traduzione del nome della sua attività, di pari passo con il motto dello sport, o meglio “andare sempre Oltre”. Inoltre Simone insegna nella palestra G.E.M di Umbertide e alla Legend Team di Perugia.

Un modello per tanti a suon di record

Classe 1997, l’atleta si allena quotidianamente tranne nel weekend seguendo nessuna dieta particolare. Appassionato di sport, ciò che sta creando l’ha portato anche a coronare il grande sogno di girare il mondo e scoprire nuovi posti. Con più di 700000 follower su Instagram, Etere è riuscito anche a mostrare a tutti una grande impresa.

L’atleta è stato il primo a rendere possibile alcuni tipi di movimenti ritenuti impossibili, è stato anche l’unico in tutto il mondo a realizzare un aggancio estremo con la sola forza del collo/nuca rimanendo agganciato alla barra. Questa impresa l’ha reso un modello per tanti, soprattutto sempre credendo in quello che fa. Proprio la fede in Dio (dimostrata con una croce sulla schiena) infatti è alla base dei grandi successi e della forza di volontà dello sportivo di origini campane e calabresi.

La celebrità sul web e le collaborazioni

Simone Etere, grazie alle sue attività da atleta, ha cominciato ad avere successo anche sul web. Per questo motivo si può parlare anche di influencer che ha instaurato varie collaborazioni. Di recente anche con il resort Papadopoli a Venezia e il resort Argentario Golf&Resort a Porto Ercole nel campo turistico, in linea con AmTourister.

Inoltre, le prestigiose collaborazioni con il marchio sportivo Puma, l’azienda bancaria Lanistar e con “Gillette” nell’ambito del progetto “KingGilletteItalia”, di cui fanno parte anche Bobo Vieri, Luca Argentero e Daniele Rossi.

Un grande atleta che riesce dunque a far coesistere lo sport con il web: un nuovo modo di restare in forma diventando un modello per molti.

Potrebbe interessarti:

Valeria Angione: un’intervista ONESTa ad una creator diversa
INTERVISTA – Christian Musella: l’influencer che rende digitale Scampia

Next Post

13 Bastardi: l'Hip Hop napoletano

Lun Gen 25 , 2021
Settima puntata per Old but gold, 13 Bastardi.