17.7 C
Napoli
sabato, Dicembre 10, 2022

Il Teatro Bellini e i nuovi spettacoli partenopei

 

Si riaccendono le luci del Teatro Bellini. A quanto pare ci aspetta una stagione da “fine del mondo“, come lasciato trasparire dall’enigmatica locandina apparsa negli ultimi mesi per le strade di Napoli.

La nuova Stagione del Teatro Bellini. Cosa ci aspetta?

Happening di presentazione organizzato lo scorso 8 giugno per promuovere la Stagione 2022/23 del Teatro Bellini

La Stagione 2022/23 del Teatro Bellini sarà articolata in una serie di remake che ci riproporranno alcuni grandi classici della letteratura e del cinema di tutti i tempi: La Tempesta di William Shakespeare; Moby Dick di Orson Welles; Aspettando Godot di Samuel Beckett; Sei Personaggi in cerca d’autore di Luigi Pirandello; Qualcuno volò sul nido del cuculo, il romanzo di Ken Kesey trasformato, nel 1975, in capolavoro cinematografico dal Miloš Forman nel 1975 anche grazie alla stupefacente interpretazione del maestro Jack Nicholson; infine il Don Giovanni di Molière.

Corsi e ricorsi: Toni Servillo e Virginia Raffaele

Toni Servillo torna a Napoli con COME DIVENTARE VIVI.Un trittico. I greci, Dante, Baudelaire. In questo spettacolo, diretto da Giuseppe Montesano, Servillo esplorerà la questione della divinità e dell’essere divo attraverso lo sguardo degli antichi e dei moderni, in un percorso che partirà dai greci per giungere fino a Baudelaire, passando per i celebri versi di Dante. Al Teatro Bellini dal 24 al 29 gennaio

Virginia Raffaele approda al Bellini con SAMUSÀ, regia di Federico Tiezzi: Il racconto si nutre dei ricordi di Virginia e di quel mondo fantastico in cui è ambientata la sua infanzia reale: il luna park. Da lì si sviluppa in quel modo tutto della Raffaele di divertire ed emozionare, stupire e performare, commuovere e far ridere a crepapelle. Dal 29 novembre al 4 dicembre.

Scopri di più qui: http://www.teatrobellini.it/

Tra le novità di quest’anno la collaborazione tra il Teatro Bellini e la Scuola Italiana di Comix. Un team di allievi disegnatori, infatti, realizzerà le illustrazioni per gli spettacoli in calendario.

Marco Craig al PAN

La riproduzione in scala 1:1 della maglia indossata da Diego Armando Maradona in occasione dei Campionati mondiali di Calcio USA 1994. Dalla mostra Witness 1:1 di Marco Craig

 

Guanto da pilota indossato da Michael Schumacher in occasione del Gran Premio di Monza del settembre 2001. Dalla mostra Witness 1:1 di Marco Craig

Marco Craig approda al PAN con un’esibizione unconventional di oggetti appartenuti a grandi personalità legate al mondo dello sport. Reliquie di eventi memorabili come la titanica scalata del Monte Everest nel 1978 o il primo Gran Premio dopo il terribile attacco alle Torri Gemelle del Settembre 2001. Biciclette, guanti, passamontagna e altri cimeli appartenuti a campioni del calibro di Michael Shumacher, Reinhold Messner e Diego Armando Maradona, pressurizzati con la tecnica del sottovuoto e riprodotti in scala 1:1 diventano diventano ex voto contemporanei, come ci spiega la curatrice della mostra Marina Guida:

 

 

la costruzione di una wunderkammer avente come unico tema lo sport[…]un progetto che potrebbe definirsi enciclopedico, per la sua complessità attivata dal bisogno di “fermare la memoria[…]un evento espositivo che, nella sua tappa di Napoli, non può prescindere da una riflessione sulla città antica – quella dei giochi Isolimpici istituiti nella città
partenopea all’incirca nel II d.C.

Chi è Marco Craig?

Marco Craig nasce a Milano nel 1970. Intraprende la sua carriera affermandosi ben presto come fotografo per il settore pubblicitario, collaborando con le più importanti riviste di moda e design. Dopo aver curato le campagne pubblicitarie di marchi prestigiosi, per i quali ottiene diversi premi internazionali, comincia a sperimentare progetti legati al mondo dell’arte:

Ho vissuto nel mondo dell’arte fin da piccolo.Preso dalla necessità di dovermi esprimere, ho scelto di fare una scuola d’arte, ma la mia vera passione erano il cinema e la fotografia[…]Ogni foto è una storia, una reliquia, un’emozione, un evento unico, quasi un ex voto

Il PAN ospiterà la sua esposizione dal 12 Giugno al 4 Luglio. Tutti i giorni dalle ore 09:30 alle 19:30. La mostra è organizzata da VisionQuesT 4rosso – Genova, in collaborazione il Comune di Napoli.

Martina Esposito
Martina Esposito
Creativa e Sognatrice, con la passione per la Scrittura e la Fotografia. Collaboro con il Corriere di Napoli, realizzando articoli e interviste per le Rubriche "Vivi Napoli"; Eventi; Arte e Cultura; Ambiente. Sono Laureata in Conservazione dei Beni Culturali e ho esperienza Pluriennale come Hostess per Congressi, Meeting, Eventi Istituzionali, nonché come Guida Turistica. Sono stata Team Leader Maschere di Sala per il Teatro Trianon e Fashion/Beauty Editor Free Lance per Mg Magazine Fashion Project-moda, arte fotografica e web-. Ho partecipato al Progetto "Angeli per viaggiatori"-premiato nel 2010 dal “eContent Award Italy” per la sezione entertainment e pubblicato su quotidiani come “ilmattino.it”,“repubblica.it”, “ansa.it” e altri(http://www.angelsfortravellers.com/site/it/index). Nel tempo libero mi piace leggere, dipingere e visitare la Napoli “insolita” e “segreta”.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci qui il tuo nome

I NOSTRI SOCIAL

2,226FansLike
2,660FollowersFollow
52FollowersFollow
34SubscribersSubscribe

Articoli Recenti