30.3 C
Napoli
giovedì, Luglio 7, 2022

Alla Gevi Napoli non basta il cuore, Venezia passa al Palabarbuto

La Gevi Napoli paga un risveglio tardivo e tantissimi errori nei momenti cruciali della gara con Venezia. Ai padroni di casa non bastano McDuffie e Parks per avere ragione di una Reyer molto determinata. I veneti hanno tenuto a lungo il pallino della gara fra le proprie mani, con Watt e Theodore sugli scudi. Sul lungo americano Sacripanti le proverà tutte, ma il giocatore chiave della Reyer chiuderà con una doppia doppia la sua gara (16 punti e 11 rimbalzi). Nel quarto finale la Gevi ha avuto il suo momento migliore, ma nelle azioni finali è stata Venezia a mantenere la giusta lucidità. Oltre a McDuffie e Parks, buona la gara di Luca Vitali, che chiude il match con 13 punti e 6 assist.

Marquis McDuffie a canestro (ph. Olivetti)

La cronaca della partita.

Per la Gevi, con roster al completo dopo le vicissitudini legate al Covid, coach Sacripanti manda alla palla a due lo starting five composto da Velicka, Rich, Parks, McDuffie e Lynch. Coach De Raffaele, che deve fare a meno di Echodas e Tonut, risponde mandando sul parquet per la palla a due Sanders, Theodore, Vitali, Brooks e Watt.

Il primo tempo

L’avvio di gara è di marca partenopea, con Parks e McDuffie sugli scudi per la Gevi. Venezia ha percentuali basse e la Gevi può approfittarne per aprire un primo break sul 14-6. Il timeout chiamato da De Raffaele risulta proficuo, Venezia prima rosicchia tutto lo svantaggio, poi passa in vantaggio con un “and 1” di Michele Vitali (14-15). Watt fa sentire il suo peso sotto canestro, Napoli invece riesce a fatica a tenere il passo dei veneti. La prima frazione si chiude con i lagunari in vantaggio sul 21-24.

Il secondo quarto di gioco vede ancora Venezia più efficace in attacco, ma la Gevi prova a non perdere la bussola rimanendo a contatto (26-29) grazie alla verve realizzativa di Marquis McDuffie. Il primo vero allungo degli ospiti arriva a 3 minuti dall’intervallo lungo, con Sanders che realizza due triple consecutive e porta Venezia sul +7 (33-40). Né Zerini, né Lynch riescono a contenere Watt, la Reyer può quindi incrementare il proprio bottino portandosi sul +8 (37-45). Il distacco rimane tale fino a fine quarto, con le squadre che vanno al riposo sul 39-47.

Il secondo tempo

Parte bene nel terzo quarto di gioco la Gevi Napoli, con Zerini e Parks che riducono subito lo svantaggio (43-47). Venezia ristabilisce subito le distanze approfittando dei tantissimi errori al tiro dei partenopei. La tripla di Sanders porta per la prima volta gli ospiti in doppia cifra di vantaggio sul 43-54. Jordan Parks prova a prendere per mano la squadra e tentare un recupero, tuttavia Venezia trova troppo facilmente la via del canestro ed ogni tentativo di ricucire lo strappo resta velleitario. Il quarto si chiude con la Reyer in vantaggio di 10 punti (55-65)

Nelle fasi iniziali del quarto di gioco la Gevi prova a far sentire subito forte la pressione difensiva su Venezia. Con l’incoraggiamento del pubblico del Palabarbuto gli azzurri riescono a rifarsi sotto fino al -4 (63-67) grazie al canestro di Lombardi. Nei minuti seguenti prima Vitali realizza il -2, poi Parks realizza il canestro del pareggio sul 67-67, con Napoli che chiude un parziale 12-0. Venezia rimette la freccia e si riporta avanti, ma Vitali tiene a galla la Gevi con una tripla che riduce le distanze a soli due punti (72-74). A 33” dalla sirena Venezia è avanti di 4 lunghezze (72-76), Zerini riporta a soli due punti il distacco, ma nell’azione successiva, quando mancano 14”, Stone realizza la tripla che mette la parola fine al match. La gara si chiude con l’Umana Venezia che sbanca il Palabarbuto col punteggio di 76-81.

In attesa di recuperare il match con Cremona, anch’esso rinviato causa Covid e previsto per mercoledì 9 marzo, la Gevi avrà prima una non facile trasferta in quel di Bologna, dove domenica 6 marzo si troverà ad affrontare nuovamente i Campioni d’Italia della Virtus Bologna. Un impegno difficilissimo per la squadra di coach Sacripanti, sebbene aperto a qualsiasi risultato come insegna il match dell’andata, vinto sorprendentemente dai partenopei.

Il tabellino della gara:

Umana Reyer Venezia – GeVi Napoli 76-81 (21-24; 39-47; 55-65)

GeVi Napoli:
Zerini 6, McDuffie 26, Matera ne, Vitali 13, Velicka, Lynch 4, Parks 21, Marini, Uglietti, Lombardi 4, Rich 2, Grassi ne.
Coach: Pino Sacripanti

Umana Reyer Venezia:
Stone 7, Bramos 7, Daye 6, De Nicolao 7, Sanders 13, Mazzola ne, Brooks 4, Theodore 11, Vitali 10, Chapelli ne, Morena ne, Watt 16.
Coach: Walter De Raffaele

Arbitri: Sahin di Messina, Quarta di Torino e Gonella di Genova

Prossimo match: Segafredo Zanetti Bologna – Gevi Napoli, Segafredo Arena, Bologna – Domenica 6 Marzo, ore 18.15

Potrebbe interessarti:
La Gevi si sveglia tardi. Al PalaBarbuto vince la Fortitudo Bologna

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci qui il tuo nome

I NOSTRI SOCIAL

2,226FansLike
2,660FollowersFollow
51FollowersFollow
34SubscribersSubscribe

Articoli Recenti