Le tradizioni di Carnevale a Napoli

Il Carnevale a Napoli è la festa della gioia, dell’allegria, della spiensieratezza. La città si riempie di nuovi colori e le tradizioni travolgono tutti: dalle chiacchiere al sanguinaccio, dalle maschere ai travestimenti, bisogna anche stare attenti agli scherzi degli “scugnizzi” napoletani.

In un periodo storico come quello che stiamo vivendo, forse il Carnevale 2021 non sarà quello a cui siamo abituati. Oppure potrebbe essere ancor più caratteristico: di sicuro non saranno le “maschere” a mancare!

coriandoli

Tra le strade napoletane si respira gioia e allegria: le tradizioni carnevalesche tipiche della città sono tante e risalgono perfino a diversi secoli fa, ma restano invariate e sono rispettate da tutti i cittadini.

Le origini

La festa del Carnevale ha sempre avuto una grande importanza nella storia partenopea. Nel 18° secolo, il re Carlo di Borbone organizzava grandi festeggiamenti in tutta la città. Faceva costruire le cosiddette “cuccagne”, strutture in legno ricoperte di cibo che veniva donato al popolo. Inoltre, i nobili stessi amavano il Carnevale e organizzavano eleganti feste in maschera nei palazzi della città.

Il cibo tipico di Carnevale

A Napoli, il cibo tipico di Carnevale è principalmente rappresentato dalle chiacchiere e dal sanguinaccio.

cibo carnevale

Le chiacchiere, famose in tutta Italia, sono delle sottili strisce di pasta fritta ricoperte da zucchero a velo, che, nella città partenopea, sono solitamente servite con il sanguinaccio.

Quest’ultimo è una crema composta, oggi, al 100% da cioccolato fondente. In realtà, la tradizione antica vorrebbe che fosse preparato aggiungendo anche sangue di maiale, ma ormai la tradizione è caduta in disuso. Quindi, potete stare tranquilli!

Maschere, travestimenti e scherzi

A Napoli, come nel resto del mondo, a Carnevale i bambini si travestono e indossano maschere di ogni tipo. Ma i napoletani, che non lasciano mai nulla al caso, anche a Carnevale danno puro sfogo alla loro fantasia ed i travestimenti sono spesso sorprendenti!

pulcinella

Sicuramente, Pulcinella è una delle prime immagini che ci vengono in mente quando pensiamo al Carnevale napoletano. La maschera nera, con il suo grande naso, la palandrana bianca e l’alto cappello a cono, rappresenta l’essenza della città e dello spirito popolare.

A Carnevale ogni scherzo vale

Chiaramente, in questo periodo vige la regola “a Carnevale ogni scherzo vale”: quindi, attenti agli scherzi degli “scugnizzi” napoletani, che non ci penseranno due volte prima di sporcare i vostri abiti migliori!

Queste tradizioni rimangono nel cuore dei napoletani e anche quest’anno, rispettando le restrizioni, si faranno venire qualcosa in mente per festeggiare l’allegria e la spensieratezza tipica di questa festa!

Potrebbe interessarti:

La storia di San Valentino: il legame d’amore con i partenopei

Next Post

L'Antro della Sibilla: un onere per amore

Mar Feb 16 , 2021
Una donna decide di consultare la Sibilla e si dirige al suo antro con forti emozioni. La descrizione del luogo non distoglie il lettore dalla storia, ma lo rende partecipe di essa.
Antro della sibilla