153 volte Luigi Pirandello

153 volte Luigi Pirandello.

Il 28 giugno 1867, nei pressi di Agrigento, nacque il grande Luigi Pirandello. Tutti noi lo abbiamo studiato a scuola. Assieme ai grandi della letteratura italiana come Manzoni, Ungaretti, Carducci e Pascoli, c’è anche lo scrittore siciliano, questo è innegabile.

Dopo aver effettuato gli studi liceali a Palermo, andò in Germania, più precisamente a Bonn. Lì, nel 1892, conseguì la laurea in Filologia romanza. Già nel 1893,però, decise di tornare in Italia. Non a casa sua, stavolta, ma a Roma. Qui inizierà definitivamente la carriera letteraria. E che carriera…

I SUCCESSI E LA MORTE

Da lì in poi Luigi Pirandello non si fermò più. In particolare tra il 1904 e il 1915, anche a causa di problemi economici personali, fu costretto ad intensificare la sua attività di scrittura. Tra le più conosciute, non possiamo non nominare “Il fu Mattia Pascal” o “Uno, nessuno e centomila”, solo due dei capolavori dell’umorista di Agrigento.

Tutta l’influenza del pensiero sulla vita di Simmel, Freud e Proust si riversa all’interno dei personaggi delle sue opere. Nacque così il concetto di disgregazione dell’io e di maschera pirandelliana.

Morirà a Roma nel 1936.

153 volte Luigi Pirandello

Uroboro: Enrico Berlinguer, 36 anni dopo

Aggiungi il nostro RSS alle tue pagine
Iscriviti alla pagina Facebook 
Seguici su Instagram
Iscriviti al nostro canale YouTube
Seguici su Twitter
Iscriviti al gruppo Facebook

 

One thought on “153 volte Luigi Pirandello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

El Espacio de los Napolitanos: Day Tour

Dom Giu 28 , 2020
Chicos, cuando viajen a Nápoles les aconsejamos moverse a pie, sobre todo para visitar el centro histórico; las calles son muy estrechas y hay mucha gente.
Day tour