FaceToFace: il CdN incontra…CARA! “Fedez, Pablo e il mio futuro”

2

Cara si racconta al Corriere di Napoli. La giovane cantante parla delle sue prime esperienze musicali, l’esplosione di “Pablo” e il featuring con Fedez!

Il CdN incontra…CARA! CARA debutta al #1 della classifica FIMI/GfK dei singoli più venduti della settimana con “Le Feste di Pablo” (Polydor), in collaborazione con FEDEZ.

Ascolta “Le Feste Di Pablo”

La giovane e talentuosa cantautrice ha rielaborato il suo nuovo singolo insieme all’artista multi-platino FEDEZ prodotto da d.whale e SIXPM. Sulla traccia le voci dei due si intrecciano, creando un nuovo equilibro tra pop e urban.

Il nuovo talento della musica italiana!

Anna Cacopardo, in arte CARA, 20 anni, di Crema.  Si è avvicinata alla musica sin da bambina frequentando l’Istituto musicale Folcioni di Crema, nelle sezioni canto e pianoforte. Appassionata del cantautorato italiano (ascolta artisti come Lucio Dalla e Fabrizio De André) e del pop internazionale (come Michael Jackson, Jessie Reyez e Twenty One Pilots) inizia il suo percorso musicale con esibizioni live in sessione acustica, proponendo anche brani inediti da lei scritti. Nel 2017 ha partecipato al Tour Music Fest di Mogol, arrivando in semifinale a Roma. Con un suo brano inedito ha raggiunto la finale al concorso di Area Sanremo tour 2017.

Dopo essersi iscritta all’Accademia di Musica NAM di Milano, al corso di Canto Moderno, ha iniziato da qualche anno un percorso musicale proprio, componendo sia testi che musica. “Mi Serve” è stato il primo singolo che ha pubblicato con un’etichetta discografica. Il 13 marzo ha pubblicato il nuovo singolo “Le Feste di Pablo” e, in seguito, il 10 aprile è uscita la nuova versione con la collaborazione di Fedez. Intanto, Cara si racconta…

ACQUISTA IL SINGOLO DI CARA E FEDEZ GRAZIE ALLA NOSTRA AFFILIAZIONE AMAZON

Cara si racconta…

Ciao Cara! Un piacere intervistati, innanzitutto come stai??

Ciao! Tutto bene, grazie mille. Sto vivendo molte emozioni in questo momento.

Quali emozione provi in questo momento della tua vita sopratutto dopo l’uscita della tua canzone “Le Feste di Pablo” in collaborazione con Fedez? Che cosa rappresenta questo brano per te?

-Questo brano per me rappresenta un viaggio importantissimo. È l’istante in cui tutte le cose ci appaiono più vicine a noi e l’impossibile diventa possibile, anche nella più normale quotidianità.
Le feste di Pablo è il punto di incontro tra l’immaginato e il reale. È un viaggio dentro e fuori di me ed è proprio così che l’ho vissuto e lo vivo.

Chi è Pablo, il protagonista della canzone?

-Pablo si porta dietro sicuramente dei riferimenti, ma non sono assolutamente centrali a livello di contenuto, all’interno del brano. Al contrario, nella canzone vengono stravolti è totalmente distorti dal reale e Pablo diventa unicamente l’emblema di tutti gli altri paradossi presenti nel brano. Paradossi che sottolineano il sottile confine tra realtà e immaginato. Un confine che alle volte svanisce completamente.

Il 4 ottobre è uscito il remix del tuo primo singolo “Mi serve” in collaborazione con Samuel Heron. Com’é nata la collaborazione con Samuel?

-Io e Samuel ci siamo conosciuti in studio. Siamo da subito entrati in sintonia. Abbia avuto un bellissimo scambio, a livello umano e musicale e io sono davvero contenta che si sia realizzata con lui una collaborazione sul mio brano “Mi serve”. Credo che lui abbia aggiunto un colore complementare al pezzo originale. Vivace e malinconico al tempo stesso.

Ognuno di noi ha un sogno nel cassetto. Qual’é il tuo a livello musicale?

-Il mio sogno nel cassetto è sempre stato quello di diventare una cantautrice. Poter comunicare con le persone la mia visione del mondo tramite la musica e le parole. Questo rimarrà sempre il mio sogno nel cassetto e durante il mio percorso musicale cercherò di dare il massimo per crescere più che posso, costantemente.

Per concludere, sei originaria di Crema, com’é la situazione Covid-19?? Cosa ne pensi??

-Io sono di Crema. La situazione è stata molto impegnativa e sebbene ora, lentamente, stia rientrando, i segni ci sono ancora e così penso che sicuramente rimarranno nel tempo. Nonostante questo voglio rimanere fiduciosa. Spero che più persone possibili si stiano impegnando per il bene comune e spero che la situazione vada sempre più verso la discesa. Tutto questo mi ha toccata molto, come penso a tutti quanti. Sono molto grata ai medici e anche a chiunque stia facendo un qualsiasi sforzo per poter ritornare alla nostra realtà, quella vera.

 

LINK UFFICIALI

https://instagram.com/cara.musica?igshid=10h5x87ju42pl

https://www.youtube.com/channel/UCqKTokzrfp6Ofz_fezSJw1g

https://open.spotify.com/artist/5zB3Q6zAf7VWq0cfiHgzqf?si=JFuYlRd4R0qO3JE2PNDu5Q

 

Aggiungi il nostro RSS alle tue pagine
Iscriviti alla pagina Facebook 
Seguici su Instagram
Iscriviti al nostro canale YouTube
Seguici su Twitter

Potrebbero interessartiMusica, Tuffo nel Passato: De André canta la cristianità  Musica, Tuffo nel passato: The Notorious B.I.G

2 thoughts on “FaceToFace: il CdN incontra…CARA! “Fedez, Pablo e il mio futuro”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

Coronavirus - Fase 2: sblockdown

Lun Mag 4 , 2020
Fase 2, sblockdown: Con l’inizio della fase due i cittadini  stanno godendo di una ritrovata, seppur limitata, libertà. Cosa sta succedendo in questo tanto atteso 4 Maggio? Nonostante i timori degli ultimi giorni, nella prima giornata di sblockdown, nel napoletano non si sono registrati problemi dovuti ai temutissimi assembramenti. TRASPORTI […]
Fase 2 sblockdown