17.7 C
Napoli
sabato, Dicembre 10, 2022

‘A Fenestella e Marechiaro: uno sguardo sul Golfo

Marechiaro è un piccolo borgo di pescatori. Il suo splendido panorama abbraccia il golfo di Napoli dal Vesuvio fino ad arrivare alla penisola sorrentina e all’isola di Capri. Il Borgo Marinari di Napoli rappresenta la location perfetta per una cena romantica con un bel tavolo vista mare.

fenestella 1

Un’apertura sul Golfo di Napoli: ‘A Fenestella e Marechiaro

‘A Fenestella e Marechiaro è un’apertura su tutto il golfo di Napoli, che ha fatto innamorare migliaia di persone, ispirando poesie e canzoni, ed è diventata celebre grazie alle parole dedicategli dal poeta partenopeo Salvatore Di Giacomo, che ancora oggi richiamano forti emozioni. “Quanno sponta la luna a Marechiaro…”: questi i primi versi della canzone, con musica, armonia e melodia di Francesco Paolo Tosti.

Tra leggenda e realtà

Si racconta che il poeta e scrittore napoletano Salvatore Di Giacomo, vedendo una piccola finestra sul cui davanzale c’era un garofano, ebbe l’ispirazione per quella che poi è diventata una delle più celebri canzoni napoletane: Marechiare. Un componimento d’amore dedicato ad una donna di nome Carolina. La leggenda narra che Di Giacomo, di quei versi, non volesse farne affatto una canzone: Tosti dovette pagargli, non si sa se per gioco o per scommessa, una sterlina d’oro per convincerlo e per musicarla.

fenestella 2

Una tradizione duratura

“A Marechiaro ce sta na fenesta: la passiona mia ce tuzzuléa…”

Oggi sulla celebre Fenestella e Marechiaro c’è sempre un garofano fresco sul davanzale, oltre ad una lapide celebrativa in marmo bianco a forma di carta con una parte dello spartito della canzone. Quest’ultima è stata scoperta nel lontano 1922, verosimilmente al sorgere della luna.

Ti potrebbe interessare:

Eventi Napoli: weekend dal 5 al 7 Marzo 2021

Articoli Correlati

I NOSTRI SOCIAL

2,226FansLike
2,660FollowersFollow
52FollowersFollow
34SubscribersSubscribe

Articoli Recenti