20.1 C
Napoli
venerdì, Maggio 20, 2022

Una personale per Banksy e la Madonna con la Pistola

L’arte non è solo nei musei, ma anche fuori; non racconta solo di personalità, entità fisiche o astratte che hanno significato un qualcosa per un luogo, una comunità, ma può rappresentare anche le contraddizioni della società in cui viviamo. Quello di oggi è capitolo del nostro viaggio nell’arte che potrebbe sembrare sui generis, mentre, invece, si tratta probabilmente di

un racconto ordinario, eppure legato a circuiti straordinari

di cui, in genere, non ci siamo occupati molto: la street art.
Oggi parleremo della Madonna con la pistola di Banksy.

Le opere di Banksy in Italia

Se vi dicessi Banksy, il famoso street artist senza volto, la vostra mentre andrebbe subito agli scenari anglofoni di Londra, Bristol, New York, ma l’artista ha realizzato alcune sue opere anche in Italia. Oltre a quella di cui vi parlerò tra poco Banksy ha realizzato anche altre due opere in Italia: una reinterpretazione dell’Estasi della beata Ludovica Albertoni del Bernini, in cui la religiosa stringe tra le mani il cibo di un fast food divenendo simbolo del consumismo, presente sempre a Napoli fino al 2010 prima di essere cancellata da un altro writer; altra opera, stavolta realizzata a Venezia, è il Bambino, simbolo di protesta contro la politica la politica del tempo nei confronti dei migranti del Mediterraneo. Si tratta di un murales a stencil realizzato come simbolo di speranza, il bambino con il bengala accesso e i piedi immersi nell’acqua.

Nella città partenopea è ancora possibile osservare, in piazza Girolamini la Madonna con la Pistola. Si tratta, anche in questo caso, di un murales realizzato attraverso uno stencil, il soggetto è una donna con le braccia aperte, in segno di accoglienza con sul capo, al posto di un’aureola convenzionale, un revolver.

La Madonna con pistola e le sue interpretazioni

Questa è un’opera particolare perché, oltre che avere un soggetto particolare, è stata anche protetta da dei privati che hanno ben pensato di proteggere il murales attraverso una teca per prevenirne la distruzione. Se da un lato, sicuramente la Madonna è protetta dagli agenti atmosferici e dall’azione di altri writer e passanti che potrebbero sovrascriverla, dall’altro lato viene meno quel principio di temporaneità e evoluzione propria delle opere di street art che sono destinate a durare un’ora, un giorno o per sempre in base quanto il supporto su cui sono realizzate duri e quanto il pubblico “le digerisca”.Madonna-con-la-pistola-by-Banksy-Napoli

Da un punto strettamente legato al soggetto e al suo significato potremmo dare diversi significati, sempre comunque interconnessi a un sottobosco culturale di contrasti e sovrapposizioni della città e la sua popolazione.

La Madonna con la Pistola potrebbe essere una rappresentazione della città di Napoli stessa, considerandola una località accogliente, come la Madonna, sempre pronta ad accogliere tutti, eppure dal genio che delle volte è violento, irruente, la pistola. Altra interpretazione potrebbe essere quella secondo cui la figura possa essere rappresentazione dello strano miscuglio tra religiosità e criminalità organizzata che si vede, tra i suoi affiliati, come un qualcosa di santo, di legato da un vincolo sacro in cui si accoglie l’altro a braccia aperte, ma anche a lederne la vita alla prima occasione.

Banksy chi ?

Tutto ciò è reso ancor più criptico dal fatto di non sapere chi sia Banksy. C’è chi ha ritenuto che lo street artist sia un collettivo di più persone che si occupano di questa figura, e che pertanto Banksy possa essere il prodotto di un sentimento critico verso la società proveniente da più persone; oppure che si tratti di una misteriosa donna oppure di Robert Del Naja dei Massive Attack. Ora, che si tratti di un gruppo e di una singola personalità, indipendentemente dal sesso e qualsiasi inclinazione, Banksy si è imposto come uno dei principali artisti del nuovo millennio, facendo non tanto del mistero attorno alla sua figura, ma della sua capacità di critica della società e del mondo moderno

un mezzo di espressione importante capace di riportare l’arte al centro di una discussione odierna mai come prima.

Domenico Morra
Domenico Morra
L'esperienza maturata nell'attività di tirocinio mi ha permesso di sviluppare una buona capacità di relazione con il pubblico oltre che una conoscenza della sistemazione e catalogazione dei materiali ivi contenuti e l'organizzazione di una biblioteca archivio a uso universitario/ specialistico. L'esperienza come autore di articoli d'attualità e cultura invece mi ha permesso di sviluppare senso critico e di analisi delle mondo attuale, cosa che spesso manca la giorno d'oggi. Sono una persona attenta ai dettagli e predisposta a affrontare i problemi, sostanzialmente in linguaggio lavorativo "capacità di problem solving". Ho una formazione in ambito umanistico, rivolta agli studi storici e dell'arte, con esperienze di lavoro con il pubblico. Nel tempo ho maturato competenze: nell'ambito della scrittura on-line su piattaforma wordpress e SEO, ho scritto per Eroica Fenice e attualmente per Blasting News; penso di avere buone doti organizzative, mi sono occupato delle trasferte e viaggi della fashion designer Annarita Turco, https://www.instagram.com/a2narita/ .

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci qui il tuo nome

I NOSTRI SOCIAL

2,226FansLike
2,660FollowersFollow
51FollowersFollow
34SubscribersSubscribe

Articoli Recenti