30.3 C
Napoli
giovedì, Luglio 7, 2022

Le nuove stazioni partenopee: da Piazza Municipio a Via Duomo

Duomo e Municipio sono due delle più recenti stazioni partenopee. La metropolitana di Napoli è la terza rete metropolitana più estesa d’Italia, dopo Milano e Roma. Essa è composta da due linee urbane, la linea 1 e la linea 6, ed è una metropolitana leggera sotterranea. La linea 1 possiede vari nodi di interscambio con la linea 2 gestita, con la rete della ex Circumvesuviana e con la linea Arcobaleno.

Piazza Municipio

La stazione di Municipio serve le zone di piazza del Plebiscito, quartieri Spagnoli e Beverello, con gli imbarchi turistici principali del porto di Napoli. La costruzione della stazione è stata rallentata dai numerosi ritrovamenti di reperti archeologici. Attualmente sono in funzione l’uscita di Via Medina, l’uscita di palazzo San Giacomo e l’uscita di Via Depretis. L’eccezionalità e la quantità di reperti rinvenuti, tra cui anche 5 navi di epoca romana, hanno fatto sì che venisse definita stazione “archeologica”, assieme alla futura stazione Duomo. All’interno della stazione, verrà allestita un’area museale permanente con parte dei ritrovamenti archeologici rinvenuti a Piazza Municipio.

Via Duomo

Quella di Via Duomo sarà una stazione della linea 1, che si trova nel quartiere Pendino e servirà le zone di piazza del Mercato, via Marina, il Rettifilo, nonché il Museo Gaetano Filangieri, il Duomo ed il Palazzo Arcivescovile. Uno scavo archeologico nella zona ha riportato alla luce reperti di straordinario interesse per la città: un tempio del I secolo d.C., un porticato Ellenistico di età Flavia e una pista da corsa del ginnasio. Il cantiere è stato inaugurato il 14 novembre 2001, e l’apertura della stazione è prevista per la primavera 2021.

Poggioreale

Il progetto di Poggioreale utilizza come ingresso alla stazione la vecchia barriera doganale di Stefano Gasse e trasforma l’emiciclo preesistente in un porticato aperto al transito e agli spazi pedonali retrostanti. Davanti all’edificio sarà realizzato un lucernario che permetterà alla luce di penetrare ai piani sottostanti, mentre di sera l’illuminazione proveniente dall’interno sarà l’elemento caratterizzante di uno spazio pubblico riqualificato. La stazione successiva sarà quella di Capodichino.

Capodichino

Capodichino – Aeroporto sarà evidentemente situata nei pressi dell’aeroporto di Napoli-Capodichino. Il progetto caratterizza l’aerostazione con la grande copertura rotonda traslucida che permette alla luce naturale di penetrare dall’alto nel profondo pozzo centrale. Il percorso verticale si anima con il movimento dei viaggiatori: gli ascensori e la spirale delle scale mobili orientano e distribuiscono i flussi di arrivi e partenze. L’ultimazione dei lavori, inizialmente prevista dal CIPE per il 2018, avverrà non prima del 2023.

Miano

Il trasporto pubblico a Miano è affidato alle autolinee esercite dalla ANM. A Miano sono in costruzione due stazioni della Linea 1: la prima (provenendo da Piscinola) sita in via Miano e la seconda sita in via Regina Margherita. Inoltre, in entrambe, fermeranno i convogli della linea Arcobaleno: questo significa che il quartiere sarà collegato direttamente con la città e la provincia.

Plebiscito

Nel mese di maggio 2020, il cunicolo di collegamento tra la linea 6 della metropolitana e il pozzo del Plebiscito è stato ultimato. Quando saranno completati i lavori (teoricamente nel corso di quest’anno), la linea 6 della metropolitana, che collega il quartiere Fuorigrotta con quello di Mergellina, avrà una lunghezza complessiva di 5,5 km con 8 fermate totali, permettendo l’interscambio con la linea 1.

Ti potrebbe interessare:

Uno Non Basta: i giovani si fanno sentire

Articoli Correlati

I NOSTRI SOCIAL

2,226FansLike
2,660FollowersFollow
51FollowersFollow
34SubscribersSubscribe

Articoli Recenti