Gli eventi a Napoli nel prossimo weekend 9-11 ottobre 2020

Gli eventi a Napoli nel prossimo weekend

Venerdì 9 e sabato 10 ottobre torna l’appuntamento con l’AperiVisita alle Catacombe di San Gennaro:

uno speciale tour serale che permette ai visitatori di scoprire uno dei luoghi sotterranei più suggestivi del mondo. Una discesa nella bellezza del mistero, arricchita dal tipico aperitivo napoletano “taralli e birra” offerto da Taralleria Napoletana e Birra KBirr.

Info:
Per i due giorni di visita, sono disponibili 4 turni di visita per garantire il rispetto delle normative di sicurezza:

19.30 – 20.00 – 20.30 – 21.00

La durata del percorso è di un’ora e il costo è di 13 euro per aperitivo e visita guidata. Da 0 a 12 anni è gratuito.

Per le prenotazioni inviare una mail a: prenotazioni@catacombedinapoli.it


Gli eventi a Napoli nel prossimo weekend grazie a Megaride Art  il 09 ottobre 2020 si apriranno con una serata eccezionale:

a Palazzo Reale per poter rivivere la storia del Regno di Napoli attraversando le sontuose sale ricche di dipinti, arazzi e sculture che “raccontano” le vite di coloro che vi hanno soggiornato e di tutti i sovrani fino all’Unità d’Italia e all’istituzione del Palazzo in Museo. 


Sabato 10 ottobre 2020 con la mostra Gemito “dalla scultura al disegno” racconta la formazione artistica e la vita di uno degli artisti più geniali degli ultimi anni.

Nei suoi disegni, nelle sue sculture, Gemito pone il suo animo, le sue passioni, i suoi amori…la sua vita e la visita riguarderà, non solo la mostra, ma anche il nuovo e suggestivo allestimento della Collezione Farnese.

Informazioni tecniche:

accoglienza ore 10.30, presso Bar ubicato all’interno del Palazzo del Museo. Inizio attività culturale: ore 10.45 e termine attività culturale ore 12.30 circa.


Potrebbe interessarti:

VIDEO – Vincenzo Gemito, ‘O scultore pazzo al Bosco di Capodimonte

 

Next Post

Luca Giordano a Capodimonte: dalla Natura alla Pittura

Ven Ott 9 , 2020
Luca Giordano torna a Napoli: sino al 10 gennaio 2021, l'erede di Caravaggio riempie le stanze della Sala Causa del Museo di Capodimonte.