Ischia street art: “Social distancing”

Social Distancing con Mimmo Di Caterino 

Sabato 3 ottobre, Ischia Street Art presenta Social Distancing. Il Museo del Torrione di Forio vedrà l’arte contemporanea ai tempi del distanziamento sociale, degli haters, dei conflitti economici. Un allestimento di Salvatore Iacono, con Mimmo Di Caterino protagonista dell’evento. Le sue opere sono al centro della mostra “non-mostra” sul distanziamento sociale.

Tre eventi per l’anti-galleria

Innanzitutto, il discorso del Social Distancing sarà portato a un livello superiore. Il progetto si divide in tre interventi tra ottobre e dicembre a Forio presso l’anti-galleria underground. Il fondatore di Ischia Street Art, Salvatore Iacono, ha scelto il cuore dell’isola per la riuscita dell’evento. Il pubblico assisterà ad un’interactive performance video-documentata.

La galleria sociale e interattiva di Iacono

Le tele di Di Caterino saranno posizionate lungo le pareti della sala inferiore del Museo. Inoltre, il pubblico potrà essere parte integrante dell’evento. Caratteristica questa di Iacono, la cui gallery è il primo esempio di galleria sociale e interattiva. Uno spazio aperto alle contaminazioni urbane che da anni dà voce a molti street artist nazionali e internazionali.

Un sostegno per gli artisti

“Lo scopo dell’intero progetto è misurare gli effetti collaterali del lockdown, effetti che hanno materializzato un ulteriore distanziamento economico, oltre che di classe sociale […] hanno impoverito il sistema dell’arte in tutto il mondo, ma in Italia, rispetto ad altri scenari europei, più che mai; non c’è stata nessuna azione di sostegno nei confronti di artisti e operatori culturali“.

La squalifica sociale dell’artista

Le precedenti parole di Di Caterino ci mettono di fronte a una questione: la squalifica sociale e intellettuale dell’artista. Per di più, lo spettatore diventa impreparato alla ricezione/comprensione dell’arte, mentre il ruolo del gallerista è stato declassato. Di Caterino prosegue: “Lockdown e distanziamento sociale hanno ampliato gli introiti economici di portali come Youporn e Pornhub”.

Rivendicazione dell’arte

“[…] regna il culto dell’immagine e della rappresentazione, crolla l’interesse verso l’arte, diminuisce il fascino dell’artista e lo spettatore vive inerme davanti a immagini retoriche imposte, privo di difese immunitarie critiche”. Social Distancing nasce per evidenziare le problematiche messe in opera dalla distanza sociale. E la speranza sta nella voglia di rivendicare i ruoli d’avanguardia di artisti e galleristi.

 

 

Hai letto Ischia street art: Social distancing. 

Ti potrebbe interessare anche:

I luoghi di Napoli al MANN

Next Post

I cubani della “Henry Reeve” candidati al Nobel

Mer Set 30 , 2020
I medici cubani della Henry Reeve sono stati candidati al Nobel per la Pace per il contributo dato durante il periodo iniziale della pandemia.
I medici cubani della Henry Reeve sono stati candidati al Nobel per la Pace per il contributo dato durante il periodo iniziale della pandemia.