#sponsored by MrViaggio Ponticelli: Valencia, tra arte e divertimento

La città, con le sue variegate attrazioni, è in grado di entusiasmare i numerosi turisti che in ogni periodo dell’anno l’affollano.

La città portuale di Valencia, la terza in termini di abitanti dopo Barcellona e Madrid, sorge sulla costa sud – orientale della Spagna, dove il fiume Turia incontra il Mar Mediterraneo.

La città, con le sue variegate attrazioni, è in grado di entusiasmare i numerosi turisti che in ogni periodo dell’anno l’affollano.
La sua posizione favorevole ha sempre rappresentato un vantaggio per gli abitanti inoltre, in questi ultimi anni, la sistemazione degli spazi marini e la modernizzazione dei collegamenti con l’estero hanno fatto esplodere il turismo di massa.

Valencia è anche un importante centro culturale, dalla gastronomia al folklore, è uno dei fiori all’occhiello della penisola iberica.

Sicuramente è l’estate il periodo in cui la città è maggiormente affollata.

Storia della città

La città fu fondata intorno al II secolo a.C. dai romani che la nominarono Valentia Edetanorum ( Città forte degli Edetani).
Dopo i numerosi attacchi delle popolazioni barbare, che interessarono l’intera Spagna e  il crollo dell’impero romano dovette anche sottostare alla terribile invasione morseca.
Nel corso del medioevo assunse un ulteriore denominazione quale Balansiya, foneticamente molto simile alla dicitura romana, poco dopo la città tornò ad essere chiamata Valencia.

Turismo a Valencia

Valencia è una città da non perdere, non solo per la vita mondana, il divertimento e la splendida popolazione che l’abita, ma anche per il suo forte carattere culturale.
Già nel XIV secolo era uno dei poli principali per cultura e economia del mediterraneo ed  è da allora che essa riesce a mescolare queste due importanti caratteristiche.
Diversi sono i centri
– culturali da non perdere.
– Palau de la Generalitat in stile gotico, costruito tra il 1420 e il 1579, è oggi sede  del governo regionale e rappresenta uno dei palazzi cittadini più importanti.
Suggestivi sono il cortile e le splendide scale in marmo che portano verso le camere, tipiche di questo edificio sono le pavimentazioni a soffitto.

– Basilica de la Virgen de los Desamparados, costruita nel XVII secolo, si caratterizza per il suo stile barocco.
Tale chiesa è il simbolo de la festa de Las Fallas e al suo interno troviamo la famosissima  statua della Vergine adornata da migliaia di fiori e candele.

– Cattedrale di Valencia, punto focale della città, fu costruita nel 1262 e nei secoli continuamente restaurata.
Fonte di particolare interesse sono le sue porte, inoltre all’interno della cattedrale troviamo quello che viene rivendicato come il Sacro Graal.

-La lonja, originariamente sede del cambio cittadino, oggi ospita i grandi eventi culturali.
La hall, in stile neo-gotico, costruita tra il 1482 e il 1498, è considerata patrimonio del UNESCO visto che è una delle poche testimonianze del gotico civile.

-La Ciudat de les Artes y les Ciencies è un enorme complesso edilizio che sorge sulle rive del fiume Turia.
Disegnata dall’architetto Calatrava e  inaugurata nel 1996 è una delle opere più importanti e imponenti dell’architettura moderna.

-Museo delle Fallas, dedicato alla festività più importante della città, presenta al suo interno i fantocci caricaturali di personaggi famosi, politici e artigiani.

La movida e il folklore

Valencia è in grado di riunire il divertimento dei locali notturni a quello tipico delle festività pittoresche.

Rinomata per la sua vita mondana e per i suoi divertimenti, Valencia, è diventata un centro frequentatissimo sia dai giovani spagnoli che dai giovani di tutta europa.
A renderla perfetta da questo punto di vista è la combo tra qualità dei servizi offerti e costi bassi.
Il fulcro del divertimento lo troviamo nel cuore della città, alle spalle della cattedrale, nella famosa Calle de los Caballeros.
Di grande tendenza sono anche la zona universitaria e la spiaggia de la Malvarossa.

Oltre che per la sua nightlife la città è conosciuta anche per gli eventi folkloristici che la animano durante tutto l’anno.
Di particolare spicco e la festa di San Vincenzo martire che si svolge il 22 Gennaio, seguita dalla festa de Las Fallas caratterizzata dai suoi spettacoli satirici.
Imperdibile è invece la Fiera di Luglio, l’evento estivo più atteso, dove, su alcuni carri colmi di fiori, fica una lotta tra giovani ragazze.

Iscriviti alla pagina Facebook 
Seguici su Instagram
Iscriviti al nostro canale YouTube

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

Sport, Calcio: il Napoli vince anche a Brescia!

Ven Feb 21 , 2020
Il Napoli vince anche a Brescia! La squadra di Gennaro Gattuso vince anche al Rigamonti grazie ai gol di Insigne e Fabian Ruiz e sale al sesto posto!