17.7 C
Napoli
sabato, Dicembre 10, 2022

Una personale per Pietro Bernini e l’eredità della Fontana del Gigante

Da poco è stata inaugurata la nuova Piazza Municipio e la sua veste, spoglia rispetto a quella degli anni precedenti, ha fatto storcere il naso a più di un cittadino. In generale, alcune piazze di Napoli hanno subito, spesso, un cambiamento nella loro struttura architettonica con lo spostamento di monumenti e opere di varia natura. Al centro della nostra attenzione, oggi, vi è la Fontana del Gigante, un’importante monumento della città che ha viste un po’ nella sua storia.

La Fontana e il Gigante

La fontana è stata realizzata da Pietro Bernini e Michelangelo Naccherino su commissione di don Antonio Alvarez di Toledo, duca d’Alba importante uomo politico della corte del vicereame spagnolo a Napoli.

La fontana inizialmente era collocata alla sinistra dell’odierno Palazzo Reale, all’inizio di quella che ora è via Cesario Console e che all’epoca, nel XVII secolo era chiamata salita del Gigante. La disposizione del largo di Palazzo, l’odierna Piazza Plebiscito, all’epoca era molto diversa, come si può osservare anche nei dipinti di Gaspar van Wittel; infatti tra il Palazzo Reale e Palazzo Salerno era presente la Fontana e una statua colossale, chiamata del Gigante e che dava il nome alla stessa fontana. La statua che accompagnava la struttura della fontana venne realizzata attraverso il restauro di un busto raffigurante Giove ritrovato a Cuma, a questo busto vennero aggiunte le parti mancanti e collocato presso la salita attorno il 1670.veduta-del-largo-del-palazzo-768x406

A seguito dei lavori di risistemazione della salita alla piazza la fontana venne smontata e posta in deposito. Tra il 1882 e il 1886 la struttura venne rimontata e posta nei pressi del palazzo dell’Immacolatella al molo piccolo, per poi essere ricollocata nel 1889 nella villa del Popolo.

La fontana venne posta nell’odierna posizione, lo slargo che congiunge via Partenope e via Nazario Sauro, dopo la realizzazione della colmata di Santa Lucia.

Pietro BerniniPietro_Bernini

L’artista che realizzò la fontana fu Pietro Bernini, padre di Gian Lorenzo,un artista che http:// fu attivo principalmente a Napoli e a Roma. Pietro, di origini toscane, si formò nella seconda metà del XVI secolo presso Sirigatti e il Cavalier d’Arpino. La sua fu un’attività volta alla pittura e alla scultura, con una parentesi importante con Michelangelo Nacchiero, collega con il quale si dedicò alla decorazione di fontane come quella del Gigante a Napoli e del Nettuno.

Stile

La struttura della fontana è rappresentata da tre archi a tutto sesto con quattro colonne sugli archi di base comuni; sugli archi sono posti gli stemmi della città, del viceré di Napoli e del re di Spagna. Nell’arco centrale è posta la fontana, a vassoio, sorretta da due animali marini, mentre in quelli laterali sono presenti due divinità fluviali intente a combattere dei mostri marini. Agli estremi laterali, accanto alle colonne sono presenti due le cariatidi con le cornucopie in segno di abbondanza.Fontana-del-Gigante-Napoli

La fortuna di questo monumento è durata ben oltre quella che si potesse immaginare, venendo presa a modello nel 1957 da Manfredo Manfredi per l’arco simbolo della nota trasmissione Carosello.Carosello-1963

Domenico Morra
Domenico Morra
L'esperienza maturata nell'attività di tirocinio mi ha permesso di sviluppare una buona capacità di relazione con il pubblico oltre che una conoscenza della sistemazione e catalogazione dei materiali ivi contenuti e l'organizzazione di una biblioteca archivio a uso universitario/ specialistico. L'esperienza come autore di articoli d'attualità e cultura invece mi ha permesso di sviluppare senso critico e di analisi delle mondo attuale, cosa che spesso manca la giorno d'oggi. Sono una persona attenta ai dettagli e predisposta a affrontare i problemi, sostanzialmente in linguaggio lavorativo "capacità di problem solving". Ho una formazione in ambito umanistico, rivolta agli studi storici e dell'arte, con esperienze di lavoro con il pubblico. Nel tempo ho maturato competenze: nell'ambito della scrittura on-line su piattaforma wordpress e SEO, ho scritto per Eroica Fenice e attualmente per Blasting News; penso di avere buone doti organizzative, mi sono occupato delle trasferte e viaggi della fashion designer Annarita Turco, https://www.instagram.com/a2narita/ .

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci qui il tuo nome

I NOSTRI SOCIAL

2,226FansLike
2,660FollowersFollow
52FollowersFollow
34SubscribersSubscribe

Articoli Recenti