27.7 C
Napoli
martedì, Maggio 24, 2022

“Il vestito” il cortometraggio da Giffoni al DDL Zan

“Il vestito”, il cortometraggio contro omofobia, violenza e discriminazione

“Il vestito”, cortometraggio in cui in apparenza i due protagonisti sembrano appartenere a due mondi lontani, ma che invece si legano in una storia attraverso un percorso di accettazione di se e degli altri.

il_vestito_cortometraggio_film_locandina

Candidato a Miglior Corto” al Toronto International Nollywood Film Festival, celebre kermesse canadese che celebra la diversità attraverso il cinema, a poco più di un anno dalla sua uscita, continua a vincere premi e riconoscimenti italiani ed internazionali. Scritto e diretto da Maurizio Ravallese, co-prodotto con il giovane cineasta Emanuele Pisano, “Il vestito” vede come protagonisti Danilo Arena, immigrato alla ricerca di un abito nuziale, e Christian Iansante, lo sposo abbandonato all’altare.

“Il vestito” cortometraggio sociale 

Il film, per le tematiche affrontate, assume un forte valore sociale; una storia fatta di intrecci che accede i riflettori sui diritti fondamentali di un’intera categoria di persone, tra questi anche omosessuali e transessuali.

il_vestito<-cortometraggio_copertina

Un racconto d’amore in cui i turbamenti interiori vanno oltre qualunque diversità etnica, del colore della pelle, credo religioso, genere ed orientamento sessuale. Senza dubbio, un capovolgimento dei più classici stereotipi di genere.

Protagonisti della pellicola è Amed, immigrato squattrinato che lavora in una lavanderia con lo scopo di comprarsi un abito da cerimonia, e un misterioso sposo. La storia prenderà vita quando Amed, scoperto a rubare il suo vestito da sposo, dovrà espiare la colpa, vendicando l’uomo che ha rapinato. Ma solo alla fine si scoprirà la verità dietro la storia; con un finale che certamente, riuscirà a sorprendere il pubblico.

I riconoscimenti del “Il vestito”

il_vestito_film_festival

Premiato al Giffoni Young come Miglior Corto Drammatico ed acclamato in oltre 30 festival nazionali e internazionali, tra cui il South African Film Festival, il Buenos Aires Film Festival e il Reeling di Chicago. Senza dimenticare, il Falcon di Londra, Firenze Film Corti, Queen Palm Festival, Buffalo International Film Italiano, la kermesse siciliana presieduta da Paolo Genovese che si svolgerà a San Vito Lo Capo dall’8 al 12 giugno 2021.

Quindici minuti, è la durata del corto, un quarto d’ora intenso da vedere tutto di un fiato; fatto di tensione e suspense emotiva. Una regia magistrale che culmina in un colpo di scena finale, che fotografa una realtà complessa e contraddittoria; dove l’incontro con la diversità è al centro del cortometraggio.

“Il vestito” cortometraggio e il dietro le quinte

Il vestito” è prodotto dalla Pathos Distribution, giovane casa di distribuzione di cortometraggi e documentari che si sta facendo strada nel grande mercato cinematografico nazionale e internazionale.

La pellicola è il terzo progetto cinematografico di Ravallese, dopo “Miracolo in periferia” del 2013, candidato al Giffoni, e “La terra degli sconfitti”, alla cui sceneggiatura ha preso parte anche Emanuele Pisano; pluripremiato regista di serie Tv e videoclip musicali di successo. La collaborazione tra i due talentuosi autori raggiunge l’apice con la candidatura ai David di Donatello de “L’oro di famiglia”, corto di Pisano co-prodotto da Ravallese, che ne co-scrive anche il soggetto.

Conosciamo i protagonisti

Uno degli attori protagonisti del cortometraggio è l’attore siciliano Danilo Arena, che si fa notare anche in “Romulus” e interprete co-protagonista della nuova stagione della fortunata serie Rai con Francesco Montanari, “Il cacciatore 3”, in uscita il prossimo autunno. La “sposa tradita” del corto è invece interpretata da Christian Iansante, attore e doppiatore di star internazionali del calibro di Bradley Cooper, Christian Slater, Sam Rockwell ed Evan McGregor.

 

Ecco per voi il trailer del “Il vestito”

 

Informazioni su “Il vestito”:

Sito web | Pagina Fb | Profilo Instagram | Vimeo

Potrebbe interessarti:

Le indagini di Sara: l’ultimo giallo di Maurizio de Giovanni
La dinastia Scarpetta: da Eduardo a Eduardo

Articoli Correlati

I NOSTRI SOCIAL

2,226FansLike
2,660FollowersFollow
51FollowersFollow
34SubscribersSubscribe

Articoli Recenti