Lacus Baianus: la nuova scoperta a Baia

Sensazionale l’ultima scoperta nel Parco Archeologico Sommerso di Baia: gli archeologi del Parco hanno scoperto un piccolo stabilimento balneare.

Sensazionale l’ultima scoperta fatta nel Parco Archeologico Sommerso di Baia. «Si tratta probabilmente di un altro piccolo stabilimento termale – dichiara il Parco Archeologico dei Campi Flegrei di cui Baia in età romana era costellata: il Lacus Baianus». Gli archeologi del Parco hanno individuato tre nuovi ambienti, con la collaborazione del nucleo subacqueo dei carabinieri e la società Naumacos Underwater Archaeology and Technology.

Storia di Baia Sommersa

Il Parco archeologico Sommerso di Baia è uno dei luoghi straordinari della costa Flegrea. Si tratta di una zona costiera che, con il passare del tempo, è sprofondata. Di fatti, con il fenomeno di abbassamento dei suoli, gli edifici adiacenti al mare sono scomparsi nelle acque trasparenti. Nel fondale sabbioso del golfo, ad una profondità tra i 2m ed i 16m, si è dato luogo ad una vera e propria città sommersa. Il Parco può essere visitato a pagamento, su uno speciale battello dalla chiglia piena di finestre. Per di più, questo consente ai passeggeri di navigare osservando reperti archeologici, fauna e fenomeni vulcanici sottomarini seduti sotto il livello del mare.

La nuova sensazionale scoperta: guardiamola più da vicino

I reperti archeologici scoperti di recente sono situati nel settore a Sud di Punta dell’Epitaffio, lungo il tracciato stradale che proseguiva verso il lacus baianus. Nei pressi della via Piccola, poco lontano dal ninfeo di Claudio, abbiamo il corridoio di accesso, una stanza absidata ed una grande vasca. Oltre a ciò, le lastre in marmo – recuperate da precedenti edifici – sono state utilizzate per innalzare il livello della pavimentazione. Non a caso, com’è stato verificato nelle Terme del Lacus, i pavimenti risentivano del fenomeno del bradisismo.

Dal 2021 probabilmente si avvierà un nuovo percorso di visita guidata. Stando alle dichiarazioni del Parco, «partirà da questo nuovo complesso per poi continuare verso i resti sommersi antistanti il balneum Solis et Lunae».

Potrebbe interessarti:

“Profumo comico di donna”: Maria Bolignano diventa scrittrice

Next Post

Sanacore, Il Natale Gentile in Scatola

Mer Dic 9 , 2020
Dal 10 al 20 dicembre, arriva a Napoli "Sanacore. Il Natale gentile in scatola", iniziativa lanciata da Milano. Insieme a Napoli, collabora anche la neonata associazione di promozione sociale “Coltiviamo Gentilezza”, un team di professionisti che si occupa di diffondere la cultura delle emozioni e dell’empatia attraverso laboratori, eventi, incontri di formazione.
Sanacore Scatole Gentili