Dico ragù, intendo… polpette alla napoletana!

Ci sono piatti capaci di riportarci indietro nel tempo, che ci fanno ricordare il profumo della casa dove siamo cresciuti. Oggi il Corriere di Napoli, vi fa fare un viaggio nel passato con la ricetta delle Polpette alla napoletana.

Ci sono piatti nella nostra tradizione gastronomica che hanno un forte potere evocativo. Piatti che regalano alla nostra mente ricordi ed emozioni felici di un tempo passato. Se dico ragù o polpette a cosa pensate?

Noi napoletani siamo cresciuti con il ragù della domenica, preparato come in Sabato, Domenica e Lunedì. Lasciato lì a pappuliare sul fuoco per ore interminabili, il tempo necessario ad inebriare tutta la casa, a farti svegliare con la voglia di tuffare un cuzzitiello di pane nel sugo ancora caldo, piuttosto che nel caffelatte; ma chi di noi non è stato sfamato, o ha trovato conforto con le polpette della mamma o della nonna?

Le polpette alla napoletana, questa è la ricetta che il Corriere di Napoli condivide con voi questa domenica, è uno di quei piatti capaci di rimetterti in pace con il mondo, morbide, saporite, a volte dolci, quando le troviamo in tavola, ritorniamo subito bambini.

Polpette alla napoletanaLe polpette sono un mistero, uno scrigno di segreti, di ingredienti. Nella polpetta puoi trovare di tutto, la puoi preparare con: carne, pesce, verdure, formaggi, in versione vegana, addirittura dolce. Oggi vi spieghiamo come preparare le polpette nella loro versione più classica e tradizionale, amata da tutti, le polpette alla napoletana.

Ingredienti per le Polpette alla Napoletana

400gr di carne macinata di vitello e maiale

150gr di mollica di pane raffermo

1 uovo

80gr di parmigiano grattugiato

80gr di uva passa e pinoli

10 gr di burro o strutto

1 spicchio d’aglio

sale e pepe q.b

Per il sugo delle polpette alla napoletana

400gr di pomodori pelati

40 gr di concentrato di pomodoro

un pezzetto di cipolla

olio

Come preparare le polpette alla napoletana

Prendete il pane raffermo, bagnatelo con dell’acqua, non troppa mi raccomando, strizzatelo e mescolatelo in una ciotola insieme alla carne macinata, il prezzemolo e l’aglio tritati. Unite l’uovo, salate e pepate, pio aggiungete il burro o se siete dei tradizionalisti una noce di strutto, l’uva passa e i pinoli, il parmigiano e lavorate con le mani amalgamando bene tra di loro tutti gli ingredienti. Bagnatevi le mani con dell’acqua e formate delle polpette nel vostro palmo, della misura desiderata, cercate di dargli una forma regolare. Quando avrete terminato tutto l’impasto, mettete a scaldare dell’olio per friggere e friggetele quando questo sarà ben caldo, sgocciolatele tenetele da parte. Passiamo ora alla preparazione del sugo per le polpette: in un tegame fate scaldare l’olio e soffriggete la cipolla, unite i pelati e il concentrato, regolate di sale. Calate le polpette nel sugo e lasciate cuocere fino a che le polpette siano ben insaporite e il sugo si sia un pò asciugato.

Se ti è piaciuta questa ricetta, prova a leggere anche quella degli Spaghetti preferiti da Totò

Next Post

Mattarella: "Tutelare la salute dei lavoratori è la priorità"

Dom Ott 11 , 2020
Nella settantesima Giornata nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro, Mattarella ha richiamato alla memoria l’importanza di tutelare la salute dei lavoratori. In una nota all’ANMIL il capo dello Stato afferma di impegnarsi per ridare centralità alla sicurezza. Mattarella: “Bisogna aumentare gli investimenti sulla sicurezza” Per il capo dello […]