#astropartenopeo: arrivano le Perseidi!

Immancabile ad agosto torna, come ogni anno, lo spettacolo delle Perseidi, lo sciame meteorico meglio noto come le “lacrime di San Lorenzo”.

Arrivano le perseidi. Bentornati a tutti, l’appuntamento settimanale é tornato e noi siamo pronti a descrivervi l’evento annuale che tutti aspettano astronomicamente: le perseidi. 

ARRIVANO LE PERSEIDI

Immancabile ad agosto torna, come ogni anno, lo spettacolo delle Perseidi, lo sciame meteorico meglio noto come le “lacrime di San Lorenzo”. Il massimo del fenomeno quest’anno è previsto nelle notti tra l’11 e il 13 agosto, anche se quelle tra il 10 e il 15 potranno essere adatte per dare la caccia a quelle che chiamiamo stelle cadenti.

Le scie luminose che potremo osservare in quelle notti alzando lo sguardo al cielo – informa la rubrica il “Cielo del mese” di Media Inaf, il quotidiano online dell’Istituto nazionale di astrofisica – sono prodotte da piccolissimi frammenti della cometa Swift-Tuttle che ogni anno incrociano l’orbita della Terra. Entrando con grandissima velocità nell’atmosfera terrestre, queste particelle, grandi anche solo come un granello di sabbia, la ionizzano, creando le caratteristiche scie che solcano per alcuni istanti il cielo.

LE ORIGINI DEL NOME

In media, infatti, le Perseidi regalano tra le 50 e le 100 stelle cadenti per ora. Un tasso orario zenitale (numero che rappresenta la quantità di meteore che si potrebbero vedere in un’ora in condizioni ottimali) inferiore solamente a quello delle Quadrantidi (attive nei primi giorni di gennaio) e delle Geminidi (attive a dicembre).

A caratterizzare le Perseidi inoltre è la presenza frequente di quelle che in inglese vengono chiamate fireball (letteralmente palle di fuoco), stelle cadenti più colorate, persistenti e luminose del normale, che raggiungono una magnitudine relativa compresa tra 3 e 4 (più o meno luminose quanto Venere).

PERCHÈ VENGONO CHIAMATE PERSEIDI

Il nome deriva dal loro radiante, ovvero dal punto da cui sembrano provenire queste meteore,  situato nella costellazione del Perseo, che in Agosto vedremo sorgere intorno alle h 22,30.
Più alto nel cielo troviamo il radiante maggiore sarà il numero di meteore visibili. Nel caso delle Perseidi il miglior momento di visibilità  si avrà  dopo la mezzanotte, quando la costellazione del Perseo raggiungerà  una buona altezza rispetto all’orizzonte.

CARATTERISTICHE

Le Perseidi sono uno sciame meteorico che l’orbita terrestre attraversa durante il periodo estivo. La pioggia meteorica si manifesta dalla fine di luglio fino oltre il 20 agosto, e il picco di visibilità è concentrato attorno al 12 agosto, con una media di circa un centinaio di scie luminose osservabili ad occhio nudo ogni ora dalla Terra. Ciò rende questo sciame tra i più rilevanti in termini di osservabilità tra tutti quelli incrociati dal nostro pianeta nel corso della sua rivoluzione intorno al Sole.

Potrebbero interessarvi:

#astropartenopeo: Mistero del Sole
#astropartenopeo: Nuovo Sistema Solare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

Uroboro: l'inferno di Beirut, pensando ad Hiroshima

Sab Ago 8 , 2020
Cos’è Uroboro? È la rubrica settimanale nella quale analizziamo un evento storico o un grande personaggio riguardante il passato (recente e non). Il parallelismo di questo episodio è quello tra i recenti eventi di Beirut e la bomba di Hiroshima e Nagasaki del 1945. Temporalmente distanti, concettualmente un pò meno… PERCHE’ […]