C’era una volta in America…

No, non avete cliccato su una recensione del film cult di Sergio Leone con Robert De Niro protagonista. Ma un articolo riassuntivo sulla situazione drammatica degli Stati Uniti che va avanti da qualche settimana. Oggi, a dare il colpo di grazia ad un paese ‘in ginocchio’ sono stati i  66.528 nuovi casi di Covid-19, mai così tanti in 24 ore. Eppure, nonostante dei dati più che sconfortanti, riaprono alcune attrazioni del Disney World situato in Florida e l’NBA è pronta a ripartire. Il lupo cattivo della situazione non poteva che essere Donald Trump, che di recente ha fatto discutere di sé per un motivo alquanto inusuale

MASCHERINA PER LA PRIMA VOLTA

Dopo numerose conferenze stampa in svariati posti degli States, il presidente Donald Trump ha finalmente deciso di utilizzare una mascherina protettiva durante le sue visite. Una scelta che non sembra causale, visto anche il recente scandalo dei 184 casi in un giorno avvenuti in Florida (diventati, dopo una correzione, 95). Ma durante la visita al Walter Reed National Military Medical Center (Maryland), Mr Trump ha scelto di indossare una mascherina.

“Penso che sia una grande cosa usare la mascherina quando si è in un ospedale, quando si parla con un sacco di soldati e di persone che in alcuni casi sono appena usciti dalla sala operatoria” – ha dichiarato alla stampa Donald Trump presente sul posto.

IMMIGRATI CACCIATI DALLE UNIVERSITÀ?

Qualche giorno fa, inoltre, l’ufficio di immigrazione americana (ICE) ha annunciato che l’amministrazione a stelle e strisce ha deciso di revocare il visto per gli studenti stranieri. La decisione sarebbe stata fatta per contrastare il coronavirus.

Le lezioni si stanno svolgendo esclusivamente tramite corsi on-line, fornite dalle università stesse. Quelle più rinomate, come Princeton o Harvard, si stanno adattando per affrontare i mesi in arrivo. Tagli alle tasse e solo una parte degli studenti presente in sede a seguire le lezioni sono alcune delle mosse pensate fino al 2021. Tanti studenti non americani, però, in procinto di laurearsi o che puntavano a una borsa di studio, come faranno?

One thought on “C’era una volta in America…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

El Espacio de los Napolitanos: el café

Dom Lug 12 , 2020
¡En Nápoles el café es una bebida «sagrada» si quieren sumirse en la cultura napolitana y vivir como nosotros, prepárense a tomar café!
el café