Arte&Cultura: la cultura riparte

Napoli, 2 Giugno 2020: la cultura riparte. Dal MANN al Pan, la riapertura dei musei cittadini sancisce la ripresa dalla cultura in città!

Napoli, 2 Giugno 2020: la cultura riparte. Sembrava lontano e quasi irraggiungibile il momento in cui avremo potuto tornare a godere delle bellezze culturali della nostra Napoli. E invece, a partire da Domenica e con la riapertura di due dei più importanti musei della città- il PAN e il MANN– insieme a quella del Maschio Angioino, ecco che la cultura torna a splendere.

https://www.facebook.com/corrieredinapol/videos/1182619872078087/

Le riaperture

La cultura riparte con il Comune di Napoli e l’Assessorato alla Cultura e al Turismo: insieme per dare voce al programma La Repubblica della bellezza.

Maschio Angioino
Il castello riapre i battenti e inaugura la mostra Spiritus Mundi: una doppia personale di Hermann Josef Runggaldier e Mario Ciaramella. Una fusione di identità personali che risulta in un travolgente percorso che racconta il territorio e la cultura dei due artisti. . Insieme all’assessora alla Cultura del Comune di Napoli Eleonora De Majo (leggi qui la nostra intervista), il sito inaugura le 50 sculture degli artisti in esposizione fino al 22 luglio 2020.

Entrambi gli artisti, entrambi scultori, sono rimasti legati alla propria terra, alla propria cultura, e di questa si sono fatti espressione. Aver scelto di esporli insieme in questa mostra intende porre l’accento sulla presenza nel territorio italiano di luoghi straordinari che esprimono una tipicità culturale che rappresenta la grande ricchezza della nostra penisola. 

PAN- Palazzo delle Arti Napoli
La fase due coincide anche con la riapertura del PAN. Costretto ad una pausa, causa lockdown, il PAN si dice pronto a ripartire e lo fa con la ripresa di Tempo, sintesi e colore: una mostra di Hassan alla scoperta dell’arte contemporanea italiana.

https://www.instagram.com/p/CA8pBBVlM4w/?utm_source=ig_web_button_share_sheet

MANN- Museo Archeologico Nazionale Napoli

la cultura riparte Museo archeologico Nazionale Napoli

Anche il MANN riapre le sue porte alla città e agli abitanti. In un clima di festa e, soprattutto, gioia il Direttore Paolo Giulierini ribadisce che il MANN non si ferma:

ll messaggio che vogliamo lanciare è che siamo caduti, ma ci siamo rialzati

Restano confermate le esposizioni Thalassa, Lescaux 3.0, Capire il cambiamento climatico e Superwomen. A partire dal 12 giugno, inoltre, sarà possibile dare un’occhiata alla nuova esposizione sugli Etruschi!

 

Aggiungi il nostro RSS alle tue pagine
Iscriviti alla pagina Facebook 
Seguici su Instagram
Iscriviti al nostro canale YouTube
Seguici su Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

Uroboro: la protesta di piazza Tienanmen

Gio Giu 4 , 2020
Uroboro: la protesta di piazza Tienanmen. Benvenuti all’episodio numero dodici di “Uroboro”, una rubrica nella quale analizzeremo una volta a settimana un evento storico riguardante il passato recente e non. PERCHE’ “UROBORO” Mentre studiavo per l’università, mi sono imbattuto nel mio vecchio libro di filosofia. Riaprendolo, ho riletto il pensiero […]
Uroboro: la protesta di piazza Tienanmen