Coronavirus: gli aiuti per le famiglie in difficoltà

3

Una delle conseguenze più gravi dell’emergenza sanitaria che stiamo vivendo riguarda le difficoltà economiche delle famiglie. In moltissimi si ritrovano costretti a non poter lavorare e di conseguenza non riescono più nemmeno a sostenere le spese alimentari. Anche in questo caso interviene il governo. Il comune di Napoli ha avviato diverse iniziative di solidarietà. Aumentano gli aiuti alle famiglie in difficoltà.

PROVVEDIMENTI

Il primo progetto è quello di una massiccia donazione di beni di prima necessità. L’attività di volontariato si amplia su scala regionale. I prodotti acquistati dai più generosi vengono raccolti presso la Mostra D’Oltremare. Da qui verrano poi distribuiti ai cittadini più bisognosi.

Il Comune ha inoltre la creazione di un Fondo di Solidarietà. Tra le forme di aiuti promessi alle famiglie in difficoltà arrivano anche i buoni spesa. Le risorse del fondo sono stanziate dal comune e dal governo per una somma totale di 8 milioni e mezzo di euro.

L’iniziativa di assistenza consiste in un assegno di 300 euro per nucleo familiare, un implemento per la spesa di massimo 100 euro a settimana ed un ulteriore aggiunta di 20 euro a settimana per ogni minore di 12 anni. 

Basterà compilare il modulo di domanda con la relativa dichiarazione dei requisiti di idoneità da inviare sul sito del Comune.

COME FUNZIONA

Il buono spesa non è destinato a tutti. É importante che il richiedente soddisfi requisiti e parametri ben precisi.

Chi può accedere al buono:

Il sussidio è pensato per i residenti nel territorio di Napoli, anche titolari di residenza di prossimità o richiedenti asilo, che non abbiano reddito. 

Oppure si rivolge a coloro che l’abbiano perso per effetto delle restrizioni da Coronavirus.

Le condizioni devono essere confermate mensilmente in relazione graduale ripresa delle attività.

Chi invece non ha diritto:

-Coloro che percepisconi altre forme di sostegni economici (come il reddito di cittadinanza) .

-Cittadini con contratto di lavoro in essere.

-Cittadini che usufruiscono di ammortizzatori sociali in seguito al l’interruzione della loro attività.

-Gli aventi diritto alla pensione

A sostenere l’approvazione del provvedimento l’assessore al Welfare, Monica Buonanno e il vicesindaco, Enrico Panini. “L’obiettivo di questa amministrazione fin dall’inizio dell’emergenza è stato ed è essere il più possibile vicino ai nostri cittadini senza alcuna distinzione. Nessuno in questo delicato momento storico deve essere lasciato solo” dichiarano i due ministri

Aggiungi il nostro RSS alle tue pagine
Iscriviti alla pagina Facebook 
Seguici su Instagram
Seguici su Twitter
Iscriviti al nostro canale YouTube

Ti proponiamo altri articoli che potrebbero interessarti

News: 8 Marzo ai tempi del Coronavirus

Arte&Cultura: Città della Scienza al femminile

#AroundTheCulture: 6 tour di Napoli a prova di Virus!

3 thoughts on “Coronavirus: gli aiuti per le famiglie in difficoltà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

Discover Naples, Santa Maria of the Souls in Purgatory

Sab Apr 4 , 2020
Today with Discover Naples we'll "visit" Santa Maria of the Souls in Purgatory, also known as Church of the deads' heads (de' 'e cape 'e morte).
Santa Maria of the souls in purgatory